How will we live together? 17esima Mostra Internazionale di Architettura di Venezia

How will we live together? Come vivremo insieme? Se l’architettura deve rispondere anche alle esigenze antropiche, questa è la domanda chiave da porsi in tempi pandemici di distanziamento sociale, reinventando perciò modalità di convivenza e socialità. Presentata oggi alla stampa la 17esima Mostra Internazionale di Architettura a cura di Hashim Sarkis che si terrà a Venezia da sabato 22 maggio a domenica 21 novembre 2021, ai Giardini, all’Arsenale e a Forte Marghera. La preapertura avrà luogo nei giorni 20 e 21 maggio, la cerimonia di inaugurazione si svolgerà sabato 22 maggio 2021

Nicola Samorì. Sfregi

In una Bologna ancora in Zona Rossa ha aperto, in anteprima per la stampa, la mostra Sfregi, di Nicola Samorì, con la curatela di Alberto Zanchetta e Chiara Stefani; progetto site specific ideato come dialogo originale per le sale di Palazzo Fava, ovvero il Palazzo delle Esposizioni di Genus Bononiae.

DAMP Collective: dal progetto ‘Vacuo’ all’indeterminazione spaziotemporale

Protagonisti del progetto partenopeo ‘Materia Viva’ a cura di Maria D’Ambrosio e Giovanni Petrone, con l’opera VACUO a Palazzo Fondi, i quattro artisti campani Luisa de Donato, Alessandro Armento, Viviana Marchiò e Adriano Ponte, noti come DAMP, per Segnonline si aprono ad una insolita riflessione

Vuoti di vita

Lo scorso 8 marzo, esattamente a un anno dal primo lockdown nero che ci ha lasciati tutti a casa un po’ spaventati e increduli e smarriti per le sorti del singolo o anche della specie, alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea è stata inaugurata Roma Città Chiusa, piccola ma preziosa personale di Anton Giulio Onofri (come non ricordare il suo romanzo del 2013 Lo splendore e la scimmia) nata da un lungo racconto – avviato il 4 aprile 2020 – diviso in due parti legate, rispettivamente, alla prima e alla seconda fase della pandemia che ha colpito appunto questo nostro XXI secolo ancora tutto da scrivere.

Segno 280

La copertina di Segno 280 è dedicata all’opera Extrême Orient (2017 libro, dimensioni ambientali, courtesy Studio Trisorio ph Francesco Squeglia) di Francesco Arena visibile presso STUDIO TRISORIO fino al 10 aprile 2021.

Premio Graziadei per la Fotografia: Rachele Maistrello, Alba Zari

Il MAXXI propone due interessanti progetti fotografici risultanti vincitori del Premio Graziadei per la fotografia 2020 e 2021: Alba Zari e Rachele Maistrello.

Il Paradiso può attendere

L’Abete di Penone a Firenze? Per Sgarbi è peggio di ‘Spelacchio’, per l’artista uno specchio dei tempi. Non ci resta che acquistare, se davvero vogliamo goderci un po’ d’arte in santa pace, il Legendary Ticket: un biglietto d’ingresso per il Maxxi valido i prossimi cent’anni.

“Golden Visa” di Rogelio López Cuenca

L’opera “Golden Visa” dello spagnolo Rogelio López Cuenca invade la città di Roma.

Ultimi articoli