Ultimi articoli

placeholder

Liu Ye | Storytelling

Storytelling – mostra inaugurata per la prima volta a Prada Rong Zhai a Shanghai nel 2018 – è un progetto espositivo a cura di Udo Kittelmann allestito presso la Galleria Nord della Fondazione Prada a Milano che mette in scena una sequenza narrativa in cui si mostra la realtà soggettiva dell’artista: riferimenti alla cultura occidentale sono associati a icone della tradizione cinese, atmosfere sospese vengono accostate ad elementi fiabeschi ed ironici.

placeholder

The Porcelain Room | Prada

Fino al 28 settembre, alla Fondazione Prada di Milano, The Porcelain Room, oltre 1700 porcellane cinesi esposte come in una wunderkammer a grandezza naturale.

placeholder

Addio a Maurizio Calvesi

Ci lascia all’età di 92 Maurizio Calvesi, fra i più importanti, influenti e autorevoli storici dell’arte di tutto il Novecento.

placeholder

La realtà parallela

Del caso Ferragni si continua a parlare ma anche a scrivere. Dopo l’intervento di Franco Broccardi e Giovanna Romana, con altrettanti toni un po’ cattivi, il commento nella consueta veste vernacolare di Dario Orphee La Mendola

placeholder

Se non uccide fortifica, la nuova performance di Ruben Montini contro l’omolesbotransbifobia.

Su segnonline nasce “VIVO. Special Performance Art”: il nuovo spazio da un’idea e di Sibilla Panerai, storico e critico dell’arte – specialista in Performance Art, che ci accompagnerà lungo le ricerche storiche e attuali di uno dei linguaggi più affascinanti del panorama contemporaneo

placeholder

L’etica trash e l’ultimo ingombro … + la Lettera a Carla Lonzi [quarta parte]

Con questa quarta parte si conclude la narrazione dedicata all’«etica trash» e ci salutiamo per una pausa estiva. Ci ritroveremo a settembre con nuove proposte critiche e narrative e rinnovato entusiasmo sulla ricerca della verità. E come dice Angelo Shlomo Tirreno: “La verità brucia! Il solito incendio doloso.” 

Così, il sesso non è più nel sesso, il politico non è più nel politico: l’uno e l’altro infettano tutti i campi, l’economia, l’arte, la scienza, la dietetica, lo sport dell’occulto e tant’altro. Per questo oggi solo i fenomeni trash attirano quel poco di attenzione che ancora resta: il covid-19 e il portamento virale di Glap. Ognuno di essi, quale precipitato clinico della contaminazione trash, delle fake news, della politica fascista, dell’economia liberista, salda delle conseguenze e tutti si toccano e si contaminano, mentre l’app gode. Data la loro costante presenza nella storia sociale, gli eroi del trash sono andati progressivamente moltiplicandosi e oggi, all’interno della cultura delle società neoliberiste, sono particolarmente numerosi.