placeholder

Se queste mura potessero parlare, parlerebbero? Iginio De Luca per Apulia Land Art 2021

Se queste mura potessero parlare è il titolo del progetto ideato da Iginio De Luca, a cura di Giuseppe Capparelli, in occasione dell’Apulia Land Art 2021 e ha inteso “Donare voce e luce alla Casa, affidare a Lei, come soggetto pensante e sensibile, la possibilità di parlare e comunicare all’esterno, una regia espressiva visibile anche a distanza di chilometri nel cuore della notte pugliese.”

placeholder

USTICA 41 ANNI DOPO | Attorno al Museo

Il 27 giugno è ricorso il quarantunesimo anniversario della strage di Ustica e a Bologna l’’Associazione dei Parenti delle Vittime della Strage di Ustica conferma la piena volontà di ricercare sempre più a fondo una verità negata mediante la sperimentazione artistica e di linguaggi molteplici, ‘attorno’ al Museo per la Memoria di Ustica, che ospita l’installazione permanente di Christian Boltanski.

placeholder

Sara Forte ‘KALEIDOSCOPE’

La Rocca Malatestiana di Fano (PU) si trasforma in ‘caleidoscopico’ contenitore, spazio espositivo che accoglie la personale dell’artista Sara Forte titolata KALEIDOSCOPE, a cura di Chiara Gatti e con Umberto Galimberti in dialogo il giorno del finissage.

placeholder

Rosario Vicidomini | Minacce di morte al cane unicorno

Rosario Vicidomini presenta Minacce di morte al cane unicorno, il suo ultimo progetto, a cura di Nicoletta Provenzano, negli espositivi spazi romani di Curva Pura. L’opening, il 10 e 11 giugno sarà il primo passo per un incontro peculiare con la ricerca dell’artista che continuerà per l’intera estate e si prefigura come una lettura taumaturgica del periodo pandemico.

placeholder

Riccardo Badalà: La luce nelle notti bianche

La Galleria B4 ospita, sino al 26 di giugno, la personale del pittore Riccardo Badalà, incentrata sulla scoperta dell’invisibile. A cura di Lodovico Pignatti Morano e con testi critici di Evita Andújar, Paolo Giansiracusa e Stefano Foglia, la mostra ripercorre un ampio arco temporale della carriera del pittore catanese.

placeholder

Dissoluzione dello spazio: Gregor Schneider visits N. Schmidt

Gregor Schneider è stato protagonista di ARTCITY Bologna 2021 con l’installazione a cura di Lorenzo Balbi ‘Gregor Schneider visits N. Schmidt’ special project che ha visto la luce alla Ex-Gam e per pochi giorni ha proposto una esperienziale forma di evocazione, eco del la stanza 54 di Haus ur, opera presentata alla Biennale di Venezia nel 2001, cui seguì il Leone d’Oro.

placeholder

Trasfigurazione dello spazio. Giorgio Andreotta Calò: ELLISSI

Bologna si è trasformata per alcune settimane in luogo speculare per il lavoro di Giorgio Andreotta Calò che, presente nel main program di ART CITY Bologna 2021, ha proposto, con la curatela di Leonardo Regano, una installazione site specific le cui radici sono rintracciabili ad Amsterdam, nella chiesa Oude Kerk dove, due anni fa, l’artista aveva realizzato l’opera ‘Anàstasis’ (άνάστασις).

placeholder

‘Ipogea’ di Chiara Camoni: Bologna rinvenuta

Palazzo Bentivoglio accoglie e costruisce con Chiara Camoni un nuovo spazio ideale, ipogeo, a partire dalla ricontestualizzazione di reperti archeologici e interpolazioni con nuove opere dell’artista piacentina. A cura di Antonio Grulli, Ipogea, ha visto la luce durante i giorni di ArtCity 2021 traducendosi, però, in installazione permanente del palazzo.

placeholder

Museo Arcos di Benevento | Arturo Pagano

Dipinti, gouaches e disegni 1977-1985 saranno i protagonisti della mostra personale di Arturo Pagano, a cura di Massimo Bignardi e Ferdinando Creta, che aprirà al pubblico il 13 maggio nelle sale del Museo Arcos Sezione Contemporanea di Benevento, con cui riprende l’attività espositiva in presenza, accogliendo l’artista campano che prosegue la ricerca avviata dalla direzione di Arcos.

placeholder

Adiacenze è ‘Hole. Temporary art peep show’

A pochi giorni dalla settimana di gran fermento contemporaneo per Bologna, sette spazi indipendenti hanno creato la propria rete di festival, Out of Order; tra i promotori Adiacenze che, in collaborazione con Andrea Tinterri e la progettazione grafica di Tatanka, presenta il format Hole. Temporary art peep show, sequenza espositiva in atto fino al prossimo giugno.

placeholder

ART CITY Bologna 2021: la città che non c’è

Torna, in versione mutata, la rassegna di mostre ed iniziative speciali nota come ART CITY Bologna, giunta alla sua IX edizione. Promossa dal Comune di Bologna a segnare l’apertura del cartellone di Bologna Estate, dal 7 al 9 maggio, ritrova alla direzione Lorenzo Balbi ed il coordinamento dell’Istituzione Bologna Musei.

placeholder

A Momentary Lapse. Francesco Ciotola

La visione sofisticata dei siti archeologici di Pompei, Ercolano e Oplontis, icone di passato culturale, diventa soggetto della videoinstallazione dell’artista napoletano Francesco Ciotola, in una esposizione site specific, a cura di Raffaele Loffredo, nel museo del contemporaneo di Quito, capitale dell’Ecuador, ideale ponte spaziotemporale.