placeholder

Blue My Mind

Con la proiezione del lungometraggio Blue My Mind del 2017 della regista e attrice Lisa Brühlmann riprende venerdì 16 febbraio alle 19.30 presso la Sala della Voliera del MAXXI L’Aquila la rassegna cinematografica Suggestioni, realizzata in collaborazione con L’Aquila Film Festival, che…

placeholder

Giornata di Studi in onore di Franco Summa

Un incontro sul contesto artistico in Abruzzo negli anni Settanta e sul rapporto fra Arte e sociale attraverso l’opera di Franco Summa.Un nuovo momento di approfondimento sulla ricerca artistica di…

placeholder

Performative 03

al via giovedì 14 settembre la terza edizione di Performative, il festival di performance d’arte, danza musica e teatro organizzato dal MAXXI L’Aquila con la collaborazione con l’Accademia di Belle Arti dell’Aquila: tre giorni di programmazione e oltre 20 artisti presenti.

placeholder

In ceramica

Alberto Garutti, Felice Levini, Donatella Spaziani, H.H. Lim, Gino Sabatini Odoardi sono i protagonisti di In ceramica a cura di Alessandro Cocchieri al MAXXI L’Aquila dal 20 luglio al 3 settembre 2023

placeholder

In Ceramica – MAXXI L’Aquila

Dal 20 luglio al 3 settembre 2023, la Project room del MAXXI L’Aquila ospita In Ceramica con opere di Alberto Garutti, Felice Levini, Donatella Spaziani, H. H. Lim e Gino Sabatini Odoardi. Il focus,…

placeholder

“Architecture Mobile” al Maxxi L’Aquila. Perché il pensiero di Yona Friedman è necessario

“Architecture Mobile”, la giornata di studio su Yona Friedman (1923 – 2023) in occasione del centenario dalla sua nascita al MAXXI L’Aquila è il frutto della collaborazione del museo, la No Man’s Land Foundation e il Dipartimento di Architettura dell’Università di Pescara.
L’evento si è svolto venerdì 28 aprile, alla presenza degli studenti del laboratorio di “composizione architettonica 1” ideatori dei progetti esposti in mostra e le introduzioni del Direttore del MAXXI L’Aquila, Bartolomeo Pietromarchi, e il Direttore del Dipartimento di Architettura, Lorenzo Pignatti.
Gli interventi si sono alternati seguendo la nascita e lo sviluppo della No Man’s Land Foundation sotto la spinta propulsiva di Yona Friedman con le parole Mario Pieroni, Presidente della Fondazione, Dora Stiefelmeier, Presidente RAM radioartemobile, l’architetto Alessandra Gabriele; si è passati ad una seconda parte dedicata all’esperienza didattica degli studenti con Pasquale Tunzi, professore associato di Disegno e Alberto Ulisse, professore associato di Composizione architettonica; infine, terza e ultima parte, è stata riservata al pensiero di Friedman, presentando il libro “The Diluition of Architecture” (Park Books) scritto dallo stesso Friedman insieme a Manuel Orazi, docente all’Accademia di Architettura di Mendrisio della Svizzera Italiana, quest’ultimo in dialogo con il professore Federico Bilò, professore associato di Composizione architettonica e urbana dell’Università di Pescara.