Succede Dietro ai Monti di Luca Caimmi

Un processo lineare: porsi nel punto più alto della collina, con intorno le montagne, ad ammirare il cielo. Succede Dietro ai Monti, la personale di Luca Caimmi a Casa Sponge, ci racconta lo spaziare di uno sguardo dal piccolo borgo di Montesecco, la meravigliosa terrazza marchigiana dalla quale si vedono sia gli Appennini che il mare Adriatico.

La mostra rappresenta il proseguimento del cammino di Casa Sponge sullo studio del paesaggio circostante. Il segno bianco di Caimmi si dipana nelle pareti delle stanze e il fondo nero fa emergere le pennellate o le parole: guardando verso un paesaggio nuovo, senza nome mai visto. Il fumo che lontano è immobile, il vecchio nel silenzio bestemmia con il nipote mentre lo traina con l’auto ( lui è dentro l’ape), scrive l’artista in una delle opere in mostra. E ancora: quello che avviene a Montesecco sta dietro ai monti […] Un paesaggio per lasciarsi cadere. Queste frasi rappresentano una voce che descrive la visione che si ha dal borgo, a due passi da Casa Sponge, e la relazione con le persone che vi abitano. È questa l’atmosfera che ci portiamo fin sopra al tavolo della cucina, dall’esterno all’interno, dove è presente un libro chiuso che dà il titolo all’intero progetto. Di pagina in pagina, tra nuvole, montagne, figure e la madonnina del paese.  

Il reale che si svela nel sottotetto, le fotografie del borgo che scorrono con, in sottofondo, uno degli ultimi componimenti di Giovanni Lindo Ferretti – perfetto per l’ora del vespro, quando le nuvole si fanno rosse – si uniscono all’immaginario dei disegni di Caimmi che abitano le pagine del libro, tra la china nera e l’acrilico bianco. La possibilità di sfogliarlo crea un forte legame tra il pubblico e l’artista che si mostra attraverso il suo occhio, le fotografie di Montesecco e gli enunciati che sono esternazione del suo pensiero. Tre stadi di un cammino, che da oggettivo diviene soggettivo, sono poi allestiti nelle pareti della Casa: Itinerario, Trovare un itinerario ed Essere un itinerario. La ricerca del sé nello spazio e nel tempo dell’esistenza viene affinata a seguito della visione di tre lavori questa volta realizzati in studio, precedentemente, per mostrare un cammino che sempre continua. Anche la ceramica, limpida e lucente, trova il suo posto all’interno dell’esposizione. Come innevata è tridimensionale, vive apparendo ed innalzandosi nello spazio familiare. La volontà di riportare l’esperienza vissuta nel borgo, davanti alle grandi montagne, curiosi di ciò che dietro di esse può accadere, è stata palesata all’interno di Casa Sponge. Il paesaggio ammalia, cattura l’animo e viene rielaborato dopo aver direzionato lo sguardo verso una precisa posizione per poi decidere di perdersi nella notte.

Succede Dietro ai Monti di Luca Caimmi a cura di Milena Becci da domenica 22 dicembre 2019 al 26 gennaio 2020 Casa Sponge, Via Mezzanotte 84 – 61045, Pergola (PU) Orario: su appuntamento Info: spongecomunicazione@gmail.com | spongeartecontemporanea.net | tel +39 339 4918011

Maila Buglioni

Storico dell’arte e curatore. Dopo la Laurea Specialistica in Storia dell’arte Contemporanea presso Università La Sapienza di Roma frequenta lo stage di Operatrice Didattica presso il Servizio Educativo del MAXXI. Ha collaborato con Barbara Martusciello all’interno dei Book Corner Arti promossi da Art A Part of Cult(ure); a MEMORIE URBANE Street Art Festival a Gaeta e Terracina nel 2013 e con il progetto Galleria Cinica, Palazzo Lucarini Contemporary di Trevi (PG). Ha fatto parte del collettivo curatoriale ARTNOISE e del relativo web-magazine. Ha collaborato con varie riviste specializzate del settore artistico. È ideatrice e curatrice del progetto espositivo APPIA ANTICA ART PROJECT. È Capo Redattore di Segnonline, coordinando l'attività dei collaboratori per la stesura e l’organizzazione degli articoli, oltre che referente per la selezione delle news, delle inaugurazioni e degli eventi d’arte. Mail maila@segnonline.it; maila@rivistasegno.eu