Anouk Chambaz: Istabsir

Fino al 31 dicembre 2019 è possibile ascoltare presso lo spazio Sound Corner dell’Auditorium Parco della Musica il progetto lstabsir di Anouk Chambaz.

La proposta della podcast factory lnSitu, lstabsir, è un omaggio alla creazione radiofonica. Il titolo, ispirato a un termine arabo di diffici le traduzione letterale, suggerisce un’attitudine dicontemplazione attiva, riflessiva e rispettosa. Attraverso la tecnica utilizzata nel dadaismo e resa popolare negli anni Sessanta dallo scrittore americano William Burroughs, l’artista svizzera Anouk Chambaz cerca, taglia, manipola diversi frammenti sonori arrivando a creare una sorta di cut-up radiofonico grazie alla magia del montaggio e del mixaggio. Questo”meticciato”sonoro,composto di musica, estratti di film, rumori, voci, silenzi, misteriose registrazioni in presa diretta, dà corpo a un’opera sperimentale che immerge il pubblico in uno spazio di ascolto ambiguo e plurale.

Ogni astante del Sound Corner, grazie a questo viaggio di elementi acustici eterogenei, avrà l’occasione di immaginare il proprio percorso logico, e, come sostiene Gustave Flaubert, di liberare la mente che è “paragonabile ad una farfalla che assume il colore delle foglie sulle quali si posa” diventando ciò che contempla.

Anouk Chambaz è un’artista svizzera che lavora con il cinema e il suono. Si interessa alla percezione e a come essa cambia in base ai diversi punti di incontro tra tecnologia, ambiente, coscienza e biologia. Per lnSitu ha creato Baubaubau! ed lstabsir,e ora sta completando in collaborazione con Filippo Foscarini il suo primo lungometraggio su un quartiere isolato di Palermo.

lstabsir di Anouk Chambaz

dal 01 al 31 dicembre 2019

Auditorium – Parco della Musica

Sound Corner

Viale de Coubertin, 10

00196 Roma

www.auditorium.com