Manifesta 14 Prishtina | La nuova edizione della biennale itinerante

Finalmente è stata annunciata. La quattordicesima edizione della biennale itinerante europea più importante al mondo si terrà nel più giovane stato del vecchio continente, il “neo-nato” Kosovo, precisamente nella città di Prishtina. L’edizione avrà luogo dal 22 luglio fino al 30 ottobre 2022 e sarà una grossissima occasione per una nazione che per la prima volta si appresta ad ospitare una rassegna di livello internazionale.

La prossima estate, nella città di Prishtina verrà presentato un vasto programma di mostre, performance e di interventi urbanistici in spazi sia pubblici che privati. Il programma verrà allargato a tutta una serie di città presenti nella parte occidentale dei Balcani, per rafforzare la capacità creativa della regione e dare ad essa un senso di unità dal punto di vista culturale. Le date sono state annunciate durante una conferenza stampa durante la quale erano presenti, tra gli altri, il Ministro della cultura kosovaro Daulina Osmani, il sindaco di Prishtina Shpend Ahmeti, l’architetto italiano Carlo Ratti e il Founding Director di Manifesta Hedwig Fijen.

La principale ambizione di Manifesta 14 è legata al rafforzamento dei network culturali del Kosovo: la biennale nomade creerà progetti collaborativi che andranno a rinforzare e rinvigorire le infrastrutture culturali locali. Uno dei modi tramite i quali Manifesta mira a realizzare ciò è rappresentato dalla volontà di creare, assieme alla comunità locale, uno spazio di produzione per i professionisti dell’arte nel cuore della città, precisamente nella ex biblioteca Hivzi Sylejmani Library. Alla fine di giugno di quest’anno hanno avuto luogo, presso la ex biblioteca, i primissimi interventi urbanistici su piccola scala realizzati dal gruppo di architetti Carlo Ratti Associati, il dipartimento architettonico direttivo della vision urbanistica di Manifesta 14. Altri interventi sono stati realizzati presso il più importante sito post-industriale della città di Prishtina, noto come la Brick Factory.

Figure chiave della scena culturale della capitale e i partner di Manifesta sono stati invitati a condividere le proprie idee riguardanti la trasformazione urbana della Brick Factory, e hanno messo in luce quello che hanno ritenuto significativo, rilevante e necessario per lo sviluppo di Prishtina. Il Kosovo è uno dei paesi europei più isolati: l’obiettivo reale di Manifesta è quello di creare un programma che metta in primo piano la comunità culturale locale; oltre a ciò, gli organizzatori hanno pensato che la biennale potesse essere un’occasione per rafforzare la politica culturale kosovara e per dare vita ad una rete internazionale per gli operatori del settore locali. Quel che è certo è che sarà un’opportunità per un paese intero, che potrà mettere in luce il proprio patrimonio culturale, le proprie ricchezze e talenti e diversificherà (e allargherà) il proprio pubblico.

Dal 22 luglio al 30 ottobre 2022.