Data

Mar 03 2021
Evento passato

Ora

18:30

Etichette

Talk - Incontro

Virgilio Sieni e Pietro Gaglianò | La trasmissione del gesto

L’incontro rientra nella serie di appuntamenti nctm e l’arte dedicati al tema della cura e del diritto al benessere. Con questo appuntamento si dà spazio al danzatore e coreografo di fama internazionale Virgilio Sieni, che sarà in dialogo con il curatore e teorico dell’arte contemporanea, Pietro Gaglianò.

Virgilio Sieni intende la danza come pratica in grado di accogliere la diversità e “la complessità archeologica del gesto”; gesto che incessantemente si sviluppa in relazione a un contesto inteso in senso fisico e sociale. La sua pratica comprende sia la ricerca personale e di scena, sia l’intervento partecipato da danzatori non professionisti svolto spesso nello spazio urbano, connotato storicamente o meno. Essa si traduce dunque in una visione estesa dell’abitare la città.

Una parte rilevante della sua pratica consiste in interventi collettivi e corali basati sul concetto di “comunità del gesto”; gesto attraverso la cui elaborazione Sieni punta a stimolare una consapevolezza della propria posizione nello spazio e rispetto all’altro. Il concetto di cura, trasversale alla sua pratica, si traduce in attenzione, pratica di vicinato, geografia emozionale, permeando di sè sia il pubblico degli spettatori, sia i partecipanti che si fanno protagonisti e il cui corpo viene risvegliato esteticamente e valorizzato nella sua plasticità.

Pietro Gaglianò è un critico, curatore e teorico dell’arte contemporanea. I suoi principali campi di indagine riguardano i rapporti tra le pratiche dell’arte visiva e i sistemi teorici della performing art e del teatro di ricerca; il contesto urbano, architettonico e sociale come scena delle pratiche artistiche contemporanee. Ha incontrato la ricerca di Virgilio Sieni in più occasioni, scrivendo testi (tra gli altri Nel bosco, Maschietto Editore, 2008), curando mostre (dalle personali di Loredana Longo e Maura Banfo per Oltrarno Atelier, Firenze, 2007 alle mostre per la Palazzina dell’Indiano con le opere di Renata Boero, Laura Pugno, Luca Lupi, Michele Guido, nel 2018 e nel 2019) e partecipando come docente all’Accademia del Gesto.

L’incontro si terrà il 3 marzo alle ore 18.30 in forma di webinar. Modera Gabi Scardi.


Virgilio Sieni è danzatore e coreografo italiano, artista attivo in ambito internazionale per le massime istituzioni teatrali, musicali, fondazioni d’arte e musei. La sua ricerca si fonda sull’idea di corpo come luogo di accoglienza delle diversità e come spazio per sviluppare la complessità archeologica del gesto. Crea il suo linguaggio a partire dal concetto di trasmissione e tattilità, con un interesse verso la dimensione aptica e multisensoriale del gesto e dell’individuo, approfondendo i temi della risonanza, della gravità e della moltitudine poetica, politica, scientifica e archeologica del corpo. Si forma in discipline artistiche e architettura, dedicandosi parallelamente a ricerche sui linguaggi del corpo e della danza. Approfondisce tecniche di danza moderna, classica, release con Traut Streiff Faggioni, Antonietta Daviso, Katie Duck. Nel 1983, dopo quattro anni di studio sul senso dell’improvvisazione nei linguaggi contemporanei della danza tra Amsterdam, Tokyo e New York, è uno dei fondatori della compagnia Parco Butterfly e nel 1992 crea la Compagnia Virgilio Sieni, affermandosi come uno dei protagonisti della scena contemporanea internazionale.

Pietro Gaglianò (1975) è critico d’arte, educatore, curatore indipendente. Si occupa di pratiche artistiche community based, progetti partecipativi, arte e sfera pubblica. Laureato in architettura, ha approfondito il rapporto tra l’estetica del potere e le contronarrazioni agite dall’arte, prediligendo il contesto urbano e sociale come scena dei linguaggi contemporanei, con una particolare attenzione per i sistemi teorici della performance. Nei suoi libri e nelle sue mostre è centrale la sperimentazione di formati ibridi tra arte e scienze sociali per coltivare la percezione politica dello spazio pubblico e della comunità. Su questo tema ha pubblicato, oltre a numerosi saggi, La sintassi della libertà. Arte, pedagogia, anarchia (Gli Ori, 2020) e Memento. L’ossessione del Visibile (Postmedia Books, 2016).


3 marzo | La trasmissione del gesto | Virgilio Sieni e Pietro Gaglianò

Arte e diritti: diritto allo star bene e alla cura