Alberta Whittle è la vincitrice del Frieze Artist Award 2020

La regista Alberta Whittle ha conquistato il prestigioso premio dedicato agli artisti internazionali emergenti.

Alberta Whittle, originaria delle Barbados, è nota per il suo lavoro multidisciplinare, che le ha permesso di raggiungere il riconoscimento a livello globale. Dopo aver completato gli studi presso l’Edinburgh College of Art, la Whittle ha iniziato a vivere e lavorare tra Glasgow e Johannesburg; nell’Università di quest’ultima è diventata ricercatore associato.

I temi più comuni della sua ricerca artistica sono rappresentati dalla diaspora delle popolazioni africane e dalla necessità dell’Africa stessa di “decolonizzare” la storia occidentale.

La proposta che ha portato alla vittoria di Alberta Whittle consiste in un nuovo film basato sugli scritti del teorico queer Eve Kosofsky Sedgwick. In esso si intrecciano l’immaginario gotico, la paura del contagio e il panico che si scatena nella popolazione.

Secondo Eva Langret, direttrice artistica di Frieze London, il film della Whittle “esplora questioni relative alla guarigione e alla coltivazione della speranza in ambienti ostili; questioni come periodi di pandemia, colonialismo e xenofobia.”

Per il secondo anno consecutivo il premio viene vinto da un regista. Il lavoro di Alberta Whittle era stato selezionato da una short list che comprendeva artisti come Cibelle Cavalli Bastos, Jamie Crewe, Adham Faramawy, Arash Fayez, Onyeka Igwe, Helene Kazan e Sadé Mica.

La giuria di quest’edizione includeva, oltre alla Langret, Chris Rawcliffe (direttore artistico di FormaArts), Himali Singh Soin (artista vincitrice del Frieze Artist Award 2019), Victor Wang (direttore artistico e curatore del M Woods Museum di Shanghai) e Zoé Whitley (direttrice della galleria Chisenhale di Londra).

Alberta Whittle è anche ricercatrice e curatrice. Nel suo curriculum figura inoltre il premio Margaret Tait Award dell’edizione 2018-2019 e nel 2018 ha preso parte al programma di formazione sperimentale RAW Académie di Dakar, nel quale ha approfondito la conoscenza delle pratiche artistiche e curatoriali.

Il lavoro di Alberta Whittle verrà esposto durante l’edizione 2020 di Frieze London, disponibile online dall’8 ottobre in seguito alla cancellazione della fiera dal vivo (a causa del Covid-19). Presso la sede di Forma Arts, sponsor del premio, si terrà una trasmissione simultanea dell’opera (su invito); l’organizzazione artistica londinese organizzerà successive proiezioni pubbliche dal 9 al 16 ottobre.