Open Call per W.A.D. & community (Women Visual Art Database)

La promozione dell’arte femminile attraverso opportuni obiettivi che la sostengano.

Nasce l’ Associazione Nonprofit WindMill ART POWER PLANT per comunicare progetti di arti contemporanee con una sferzata innovatrice e nel contempo, sbaragliare una scena artistica tutt’oggi all’insegna di una cultura fermamente patriarcale. Proprio come il mulino assunto come simbolo, l’Associazione mira a convertire in energia positiva una
fondamentale risorsa, in questo caso sottovalutata per troppo tempo: la creatività delle artiste di genere femminile del XX e XI secolo. Le loro opere e progettualità finalmente troveranno voce e si faranno sentire.

L’artefice dell’iniziativa è l’artista Laura VdB Facchini, di origine italo-olandese, che lavora nell’ambito del design e delle arti visive, nota principalmente per la realizzazione di grandi installazioni site specific. Il lancio dell’Associazione WindMill ART POWER PLANT è avvenuto l’8 marzo con una campagna social che vuol mostrare, attraverso un video d’artista, che tutte le donne hanno “l’arte [della vita] nelle proprie mani”. Si parte quindi con un messaggio che
sottolinea come l’inclusione e l’accoglienza sono valori cardine dell’Associazione. Il video è nato da una collaborazione tra Facchini e due colleghe, un’operatività che anticipa l’annuncio nel film del primo progetto internazionale dell’Associazione: W.A.D. & community. La Women Visual Artist Database vuol riunire le artiste del mondo che
desiderano collaborare a tessere una fitta rete di relazioni, attività, approfondimenti e sperimentazioni. L’obiettivo primario è quello di aiutare le artiste a superare le coazioni ed i pregiudizi che troppo spesso soffocano la loro evoluzione creativa. WindMill metterà in luce lo specifico valore di ognuna, dando l’opportunità concreta di realizzazione e di visibilità a fianco delle grandi artiste vissute nel XX secolo. Di queste “Maestre d’arte” si
conserverà il ricordo e si promuoverà la conoscenza per le future generazioni.
Così si uniscono due obiettivi di WindMill: la promozione di studi specifici da parte delle Accademie d’Arte e le Università, resi possibili grazie alla catalogazione e alla valorizzazione delle opere e dei profili biografici delle donne, passate e future, che dedicano le loro vite all’arte. Una community di artiste renderà il Database un organismo vivente, inteso a favorire scambi di idee e collaborazioni atti a porre la complessità dell’esperienza artistica femminile al centro del dibattito culturale del nostro Paese.

L’iniziativa dichiara apertamente che siamo ancora in tempo a salvare la creatività femminile dall’oblio.
Il progetto decollerà tanto più rapidamente quante più adesioni ci saranno. Per il bene dell’Arte al femminile, si invitano caldamente tutte le artiste maggiorenni e di ogni nazionalità a partecipare al progetto.

OPEN CALL: Regolamento e modalità d’iscrizione sono scaricabili in pdf sul sito: www.windmillart.it
Il comitato scientifico ha il compito di approvare le adesioni. L’iscrizione è gratuita.

Il Comitato Scientifico è composto da:
Carolina Ciuti (Pistoia, Italia, 1990) è curatrice d’arte contemporanea e ricercatrice nel campo delle arti visive e performative. Si è laureata in Storia e Tutela dei Beni Artistici presso l’Università degli Studi di Firenze per poi specializzarsi in Arte Contemporanea con un Master presso il Sotheby’s Institute of Art di Londra. Attualmente ricopre l’incarico di direttrice artistica del festival di video arte LOOP Barcelona, ed è membro fondatore del collettivo artistico CRiB.

Laura VdB Facchini Laura (Van der Bol) Facchini artista visiva di origine olandese , laureata in Progettazione e Gestione degli Eventi e Imprese dell’Arte e dello Spettacolo, Università degli Studi di Firenze. Ideatrice del progetto Women Visual Artists Database

Manuela De Leonardis (Roma 1966), storica dell’arte, giornalista e curatrice indipendente. Ha spesso affrontato in ambito artistico argomenti legati agli studi di genere. È ideatrice e curatrice del progetto espositivo ed editoriale Il sangue delle donne. Tracce di rosso sul panno bianco (Postmedia Books 2019).

Miranda MacPhail si occupa di critica e analisi dell’arte contemporanea; dal 1988 collabora con la Collezione Gori di Santomato di Pistoia.

Nicoletta Ricasoli è nata e vive a Prato. Appassionata di arte fin dai tempi della scuola superiore. E’ stata fra i soci fondatori dell’Associazione Culturale Silere e rappresenta l’Associazione nonprofit Wind Mill nel comitato scientifico.

Per maggiori informazioni sull’Associazione WindMill ART POWER PLANT e sul progetto W.A.D.&community (modalità di partecipazione e tempistiche) contattare il sito web: www.windmillart.it

per contattare Laura VdB Facchini: lauravdbfacchini@gmail.com