ogo Manifesta 13 Marsiglia - 2020

Manifesta 13 Marsiglia: le ultime news

MANIFESTA 2020, la biennale nomade europea che quest’anno si svolgerà per la prima volta in Francia e precisamente a Marsiglia, annuncia la sua apertura fissata per il 07 giugno 2020.

MANIFESTA 13 Marsiglia (07 giugno – 01 dicembre 2020) sarà prodotta grazie all’istituzione di un team interdisciplinare di curatori che si è posto l’obiettivo di creare un integrazione una serie di progetti artistici nel tessuto sociale, culturale e politico della regione ospitante così da dar luogo ad un’implementazione sostenibile di questa edizione. La biennale mira, inoltre, a sviluppare connessioni durature e collaborazioni creative tra una rete locale e internazionale di professionisti, produttori culturali, associazioni e istituzioni.
Il team curatoriale sarà composto da Alya Sebti, direttore della ifa gallery di Berlino; Katerina Chuchalina, curatrice capo della Fondazione V-A-C a Mosca e Venezia; e Stefan Kalmár, direttore dell’ICA di Londra.

Marsiglia è caratterizzata da un transito infinito. È un sito continuo di arrivo e partenza, fornendo spazio per la fuga e il rifugio. Allo stesso tempo, Marsiglia incarna la resistenza e ha sempre offerto momenti unici di tensione produttiva. Intitolato “Traits d’union.s”, Manifesta 13 chiede: “Come possiamo non solo coesistere, ma in realtà unirci e creare nuovi legami di solidarietà?” Il team curatoriale ha preso in considerazione le specificità di Marsiglia per creare un concetto curatoriale che “collega i dibattiti locali con quelli che stanno accadendo altrove. Attraverso un profondo impegno con le condizioni del cambiamento e dello scambio, Manifesta 13 aggiungerà voci ai racconti tesi e stimolanti già esistenti a Marsiglia.” Ulteriori informazioni sul concetto di questa edizione sono disponibili qui. Tra le numerose istituzioni ancora da annunciare, Manifesta 13 lavorerà a stretto contatto con sette delle istituzioni più importanti di Marsiglia: Musée Cantini, Centre de la Vieille Charité, Musée Grobet-Labadié, Muséum d’Histoire Naturelle, Musée des Beaux- Arts, Musée d ‘Histoire de Marseille e Conservatoire National à Rayonnement Régional de Marseille. Pur riconoscendo che l’attuale discorso sui musei si sta spostando affinché le istituzioni possano diventare più inclusive, diverse e creare coesistenza, la decisione di lavorare con una serie di sedi a Marsiglia, tra cui molti dei principali musei, mira a creare palcoscenici su cui saranno narrate narrazioni, dove saranno svelate le trame e dove si formeranno nuove alleanze.
Manifesta 13 ha il suo hub in uno degli edifici storici e centrali più iconici di Marsiglia (ex Espace Culture at 42 la Canebière) per istituire Espace Manifesta 13: uno spazio che da ottobre 2019 promuove incontri e scambi con la comunità locale attraverso un programma di mostre, conferenze, dibattiti, conferenze di artisti e altro ancora.
Il programma collaterale di Manifesta Les Parallèles du Sud investirà la Région Sud, compresa la Provenza, le Alpi e la Costa Azzurra, per tutta la durata di Manifesta 13 Marsiglia (7 giugno – 1 novembre 2020). Il programma comprende 350 partecipanti in 96 progetti selezionati attraverso un bando aperto che ha ricevuto 380 domande da tutto il mondo. Tra i progetti selezionati, il 75% di questi sono creati da promotori che hanno sede nella Région Sud, afferma il forte e positivo riflesso della ricca scena culturale di Marsiglia e della sua regione, celebrando al contempo collaborazioni internazionali. L’elenco completo dei partecipanti di Les Parallèles du Sud è accessibile qui.

Il programma Le Tiers (Il terzo programma) è l’iniziativa di mediazione tra il principale programma curatoriale e la città di Marsiglia, proposta dal team educativo di Manifesta 13. Nato grazie a una serie di incontri tra educatori, mediatori, artisti, ricercatori, insegnanti, studenti e altri abitanti a Marsiglia, il nocciolo del programma è l’idea di dare voce ai non ascoltati, comprese le storie multiple del patrimonio comune della città, offrendo uno spaccato di ciò che Marsiglia è oggi e portando a riflessioni su ciò che può diventare in futuro. Il programma ha una sua durata rispetto al programma biennale principale, a partire da meno di un anno prima dell’apertura della mostra principale di Manifesta 13 e proseguendo dopo la data di chiusura. Il programma è organizzato in tre progetti: “Invisible Archives”, in una sequenza di mostre di un anno che esplora le genealogie e le memorie non istituzionali di varie iniziative civili, narrate da artisti o collettivi invitati; “Group-Think”, un progetto guidato dall’artista danese Stine Marie Jacobsen con le scuole di Marsiglia che sfocerà in una pubblicazione prodotta in collaborazione e in una serie di film che verranno presentati durante la biennale. Il programma Le Tiers ha un proprio quartier generale, il Tiers GQ (57 rue Bernard du Bois, Belsunce – Marsiglia).

Nel febbraio 2019, l’architetto olandese Winy Maas, co-fondatrice dell’ufficio di architettura e progettazione urbana MVRDV e direttore di The Why Factory, ha pensato alla città futura della Technical University di Delft, presentando The Grand Puzzle: un pre interdisciplinare studio di 1200 pagine sulla biennale che avrò luogo a Marsiglia e nella sua regione metropolitana. I risultati includono analisi della città attraverso interviste e dati spaziali e, sulla base di ciò, suggerimenti per possibili interventi urbani. Lo studio mira a essere contestualizzato, analizzato e perfezionato in modo da funzionare come strumento per i marsigliesi di immaginare possibili futuri per la loro città. Il Grand Puzzle funge anche da strumento ispiratore con cui sviluppare invenzioni artistiche prima e durante Manifesta 13.

Manifesta 13 Marsiglia – Traits d’union.s

7 giugno – 1 dicembre 2020

Marsiglia, Francia – Luoghi Vari

Anteprima stampa: venerdì 5 e sabato 6 giugno

Apertura del programma collaterale: giovedì 4 giugno