Ludovico Bomben vince il 7° Premio Cramum

A Villa Bagatti Valsecchi di Varedo la giuria del 7° Premio Cramum, diretto da Sabino Maria Frassà, in occasione dell’inaugurazione della mostra “Il cielo sopra di me e dentro di me che cosa?” ha proclamato vincitore Ludovico Bomben con l’opera “Compasso a tre gambe“. Il vincitore vince oltre al cubo in marmo di Candoglia, simbolo del Premio, anche un percorso di mostre e pubblicazioni che si concluderà nel 2021 con una mostra personale nel museo milanese Studio Museo Francesco Messina. L’opera ha convinto sia per la sua resa finale, quanto per la dimostrazione dell’evidente maturità artistica. Secondo classificato Alessandro Di Massimo, terza classificata Federica Cipriani.

Il Premio Speciale Cramum-Ventura Projects è stato assegnato a Daniela Ardiri – con l’opera 1940-1950- che avrà così la possibilità di partecipare con Ventura Projects alla prossima Design Week milanese (aprile 2020). La selezione è stata portata avanti dal Direttore Esecutivo di Ventura Projects, Fulvia Ramogida, e dal Direttore del Premio Cramum, Sabino Maria Frassà, “per l’originale  e riuscita interpretazione e rielaborazione di due media molto comuni quali il tessuto e la fotografia”.

Gli artisti finalisti del 7° Premio Cramum erano:Daniela Ardiri, Ludovico Bomben, Yinglu Chen, Federica Cipriani, Cristina Cusani,  Alessandro di Massimo, Luca Marignoni, Miriam Montani, Niccolò Moronato, Antonella Romano, Federico Polloni, Sio Takahashi.
In mostra anche artisti di fama internazionale tra cui: Laura de Santillana, Aldo Grazzi, Elena Modorati, Leonardo Nava, Francesco Pignatelli, Fiorenzo Rosso, Aldo Runfola, Paolo Scirpa, Andreas Senoner, Davide Tranchina.

La mostra e il Premio sono stati promossi da Fondazione Cure Onlus – patron del premio – con il Comune di Varedo e con la Fondazione Versiera 1718, rappresentati nella Giuria dall’architetto Isabella Maffeis. Il Premio ha ottenuto il patrocinio di Veneranda Fabbrica del Duomo, Istituto Confucio Università degli Studi di Milano, Studio Museo Francesco Messina. Il Premio ha infine ottenuto il supporto di Ventura Projects, Enoagriturismo Giacinto Gallina e Tornitura Morella.
 Il Comitato Scientifico, cuore della giuria del Premio Cramum, ha decretato il vincitore. Oltre agli artisti fuori concorso fanno parte del Comitato noti galleristi, giornalisti, collezionisti e intellettuali: Ettore Buganza, Cristiana Campanini, Paola Capata, Antonella Cattani, Camilla Delpero, Riccardo Fausone, Maria Fratelli, Federico Giannini, Giuseppe Iannaccone, Rose Ghezzi, Angela Madesani, Isabella Maffeis, Emanuele Magri, Achille Mauri, Fiorella Minervino, Giovanni Monzon, Annapaola Negri-Clementi, Rischa Paterlini, Iolanda Ratti, Fulvia Ramogida, Michela Rizzo, Elisabetta Roncati, Mario Francesco Simeone, Alba Solaro, Caterina Tognon, Francesca Tribó, Lorenzo Uggeri, Nicla Vassallo, Giorgio Zanchetti. 
Per il secondo anno consecutivo la splendida Villa Bagatti Valsecchi di Varedo è stata selezionata per ospitare la mostra e la fase finale del Premio CRAMUM. Ciò è reso possibile grazie al generoso lavoro e sforzo sia del Comune di Varedo sia della Fondazione La Versiera 1718.

Come ricorda Isabella Maffeis, Presidente della Fondazione La Versiera 1718: “Siamo onorati di legare il nome della Villa Bagatti Valsecchi al futuro dell’arte in Italia. Siamo del resto convinti che l’arte e la cultura possano creare ponti e relazioni tra diverse generazioni, tempi e persone”.

Aggiunge Cristina Rita Tau,  Assessore al Commercio e Servizi Ricreativi e Culturali del Comune di Varedo: “L’Amministrazione comunale di Varedo è entusiasta di collaborare per il secondo anno consecutivo nell’accogliere CRAMUM, con la preziosa condivisione della Fondazione La Versiera 1718, nella prestigiosa cornice di Villa Bagatti Valsecchi. Questo progetto rappresenta il felice connubio fra spiritualità e capacità creativa con l’obiettivo di scoprire e sostenere giovani talenti. Ringraziamo l’artefice di questa importante iniziativa, Sabino Maria Frassà, per aver condiviso con noi questa visione della vita attraverso l’arte, il pensiero, gli interrogativi più profondi.”

CRAMUM è un progetto non profit della Fondazione Cure Onlus, nato per sostenere progetti artistici culturali di altissimo livello in Italia e all’estero, con particolare attenzione ai giovani artisti. Progetto principale di cramum dal 2012 è l’omonimo Premio, nato come talent-program per i migliori giovani artisti in Italia. I vincitori delle passate edizioni sono stati: Daniele Salvalai, Paolo Peroni, Francesca Piovesan, Matteo Fato, Giulia Manfredi, Andreas Senoner. Dal 2014 il Direttore Artistico è Sabino Maria Frassà.