Donatella Spaziani, mostra per la residenza ZOLLE, Antonello Colonna resort & spa.

Donatella Spaziani al Colonna Resort di Labico

Intimità e preziosità, creazione artistica e natura si sposano perfettamente nella personale di Donatella Spaziani visibile all’Antonello Colonna resort & spa di Labico e realizzata grazie al programma di residenze d’artista ZOLLE nato dalla collaborazione tra Antonello Colonna, chef di fama internazionale, e Carlotta Mastroianni, art advisor e fondatrice di adadvisor.it.

Obiettivo di ZOLLE è ospitare artisti del territorio per convogliarli verso la riappropriazione delle proprie radici, di quei pezzi di terra rovesciati che simboleggiano il duro lavoro nei campi. Un’attività di solitudine e fatica, di attesa e di soddisfazione, durante il quale l’essere umano si riappropria della vita naturale rendendosi conto di non essere divisibile dal creato come afferma il loro motto “lavorare la terra ci insegna che siamo parte di essa”. Dopo aver ospitato Alice Paltrinieri e Viola Pantani il programma si chiude con il risultato della residenza della Spaziani.

Donatella Spaziani (Ceprano, 1970 – vive e lavora a Roma), invitata ad immergersi per 20 giorni nella natura della splendida location per indagare il tema della non dualità tra uomo e ambiente naturale, ha ideato un lavoro incentrato sugli elementi di recupero, soprattutto carte da parati ritrovate in antiche case e magazzini locali. La scelta di tale materiale non è affatto casuale in quanto fin da sempre la sua ricerca, minuziosa e accurata, si è incentrata su di esse. Rimembro ancora la prima volta che vidi le sue opere presso Oredaria Arti Contemporanee, galleria romana che ha chiuso i battenti nel 2013, ove l’eleganza delle sue installazioni risultava in armonia con la fredda whitecube di via Reggio Emilia finendo per trasmettergli il suo calore umano.

Una pratica artistica, quella della Spaziani, che spazia dal disegno alla fotografia, dalla scultura all’installazione e alla performance per approfondire l’intimo dialogo tra lo spazio circostante ed il corpo dell’artista che, svuotato della sua vitalità, abbraccia lo spazio circostante in una forma decisa, seppur fragile, di compenetrazione totale.

Nell’attuale progetto, come nella sede romana, l’intervento della Spaziani espande la sua energia allo spazio circostante grazie al gesto del “ricercare” che acquisisce una forte valenza nostalgica per via dell’impiego di una materia comune e familiare, sinonimo di cari luoghi domestici il cui ricordo è strettamente custodito in ognuno di noi come fosse un bene pregiato. La bidimensionalità della carta da pareti recuperata raccoglie e trasmette così sensazioni e reminiscenze lontane per dar vita ad un’installazione tridimensionale dal sicuro impatto emotivo. Piccole figure di donne animano il giallastro groviglio di foglie impresso sul lungo rettangolo che dalla parete si srotola sul pavimento. Ombre leggere che, armonizzandosi in questa allegra e giocosa selva, rivelano quell’ancestrale e ormai perduto paradiso terrestre. 

Donatella Spaziani al Colonna Resort di Labico

fino al 3 novembre 2019

Antonello Colonna Resort

via di Valle Fredda, 15 – 00030 – Labico (RM)

email: resort@antonellocolonna.it

sito: https://antonellocolonna.it/resort-spa/

ADA

email: info@adadvisor.it

sito: www.adadvisor.it/zolle

Maila Buglioni

Storico dell’arte e curatore. Dopo la Laurea Specialistica in Storia dell’arte Contemporanea presso Università La Sapienza di Roma frequenta lo stage di Operatrice Didattica presso il Servizio Educativo del MAXXI. Ha collaborato con Barbara Martusciello all’interno dei Book Corner Arti promossi da Art A Part of Cult(ure); a MEMORIE URBANE Street Art Festival a Gaeta e Terracina nel 2013 e con il progetto Galleria Cinica, Palazzo Lucarini Contemporary di Trevi (PG). Ha fatto parte del collettivo curatoriale ARTNOISE e del relativo web-magazine. Ha collaborato con varie riviste specializzate del settore artistico. È ideatrice e curatrice del progetto espositivo APPIA ANTICA ART PROJECT. È Capo Redattore di Segnonline, coordinando l'attività dei collaboratori per la stesura e l’organizzazione degli articoli, oltre che referente per la selezione delle news, delle inaugurazioni e degli eventi d’arte. Mail maila@segnonline.it; maila@rivistasegno.eu