IginioDeLuca_stoScrivendo curator_ClaudioLiberoPisano Albumarte Dicembre 2020 © Luis do Rosario

AlbumArte: Iginio De Luca “Sta Scrivendo…”

L’ultima azione di Iginio De Luca a Roma mira a far riflettere su concetti banali e spesso scontati.

Mentre la maggior parte delle persone si apprestava ad effettuare gli ultimi acquisti di Natale un ingegnoso artista romano si aggirava liberamente tra le strade dei quartieri romani per compiere il suo ultimo blitz. Denominata “Sta Scrivendo…”, l’azione – partecipata e condivisa dallo spazio indipendente per l’arte contemporanea AlbumArte e dal curatore Claudio Libero Pisano – è stata ideata e prodotta il 22 dicembre da Iginio De Luca, famoso per i molteplici interventi urbani e raid notturni che mirano a scardinare luoghi comuni, certezze acquisite, rompere i codici della formalizzazione espressiva invitando lo spettatore e l’ambiente circostante ad interagire con l’opera stessa.

Dislocata nei punti cardine dell’arte capitolina – dal Mattatoio alla stazione Termini, dal quartiere Flaminio al museo MACRO, da San Lorenzo a Ponte Sisto, da Piazza Vittorio alla Farnesia passando per il Colosseo, San Clemente e le Terme di Caracalla – l’operazione consiste in una serie di cartelloni artistici da fissati al posto di quelli pubblicitari col fine di attirare l’attenzione dell’osservatore a leggere l’intenso scambio di idee tra l’artista ed il curatore. Messaggi WhatsApp scritti nel 2017 in occasione della produzione di una mostra personale di Iginio presso AlbumArte impiegati per centrare l’interesse non sull’esposizione bensì sul suo «brogliaccio, sulla brutta copia che precede la realizzazione di un progetto artistico.  Raccontare come si arriva a una mostra e far vedere, senza aggiustamenti successivi, come si cresce reciprocamente nella realizzazione di un’opera» come affermato da Claudio Libero Pisano. Tuttavia, ciò che il pubblico ora legge non è più un linguaggio sincopato ma una mappa che rivela come inizia il tutto e, soprattutto, svela che tale produzione non è affatto priva di incertezze, errori, modifiche. Opere che rivelano l’umanità nascosta anche in ogni azione artistica: dalla quella più semplice fino alla messa a punto di vere e proprie opere d’arte che non sono assolutamente esimere da pecche, ritocchi e ansie.

Un progetto umano nell’idea e nei fatti che fa emergere relazioni, come quella tra artista e curatore, spesso scontati e poco rivelati e che, invece, qui mostrano un banale e quotidiano rapporto portato avanti con l’obiettivo di dar vita ad progetto artistico.

Iginio De Luca “Sta Scrivendo…”

Azione partecipata e condivisa da AlbumArte e Claudio Libero Pisano

22 dicembre 2020

Orario: dall’alba al tramonto

Foto: Luis Do Rosario

Video: Fabio Caricchia

Coordinamento del progetto: Fabiola Fiocco

Assistenti al progetto: Marta Bracci, Costanza Cobianchi

Sedi: SCARICA LA MAPPA >>>

Maila Buglioni

Storico dell’arte e curatore. Dopo la Laurea Specialistica in Storia dell’arte Contemporanea presso Università La Sapienza di Roma frequenta lo stage di Operatrice Didattica presso il Servizio Educativo del MAXXI. Ha collaborato con Barbara Martusciello all’interno dei Book Corner Arti promossi da Art A Part of Cult(ure); a MEMORIE URBANE Street Art Festival a Gaeta e Terracina nel 2013 e con il progetto Galleria Cinica, Palazzo Lucarini Contemporary di Trevi (PG). Ha fatto parte del collettivo curatoriale ARTNOISE e del relativo web-magazine. Ha collaborato con varie riviste specializzate del settore artistico. È ideatrice e curatrice del progetto espositivo APPIA ANTICA ART PROJECT. È Capo Redattore di Segnonline, coordinando l'attività dei collaboratori per la stesura e l’organizzazione degli articoli, oltre che referente per la selezione delle news, delle inaugurazioni e degli eventi d’arte. Mail maila@segnonline.it; maila@rivistasegno.eu