A San Lorenzo nasce SA.LA.D: il distretto dell’arte di Roma

Un vero e proprio di stretto dell’arte è nato a San Lorenzo, riprendendo quanto già creatosi tra la fine degli anni Settanta e gli anni Ottanta del Novecento con gli artisti del Pastificio Cerere.

Un grande fermento sta caratterizzando questa primavera capitolina grazie ad una serie di iniziative culturali che stanno nascendo nel territorio urbano. Dal centro alla periferia, infatti, Roma sta vivendo un florido periodo grazie alle aperture di nuove mostre – nelle gallerie private, nei musei statali e comunali, nelle fondazione d’arte e nei vari spazi indipendenti – e, inoltre, al nuovo impulso nato nel quartiere di San Lorenzo e che ha spinto una serie di realtà autonome, qui site, ad associarsi per dar vita a SA.LA.D – San Lorenzo Art District.

Obiettivo di SA.LA.D. è creare un distretto dell’arte equivalente a quelli presenti nelle capitali europee e mondiali ricollegandosi a quanto già accaduto dalla fine degli anni Settanta-Ottanta del Novecento, quando in questo rione iniziarono ad insediarsi gli studi di artisti che nel tempo divennero fondamentali per la storia dell’arte contemporanea della metropoli e della nazione come Nunzio, Gallo, Celestini, Tirelli, Cannella, etc. Ideatori e promotori del progetto sono il curatore Tommaso Zjno e l’artista Alessandro Calizza con la collaborazione di  dell’organizzatrice culturale Francesca De Dominicis ed il sostegno del M.L.A.C – Museo Laboratorio di Arte Contemporanea di Roma – La Sapienza.

S.A.L.A.D. raccoglie tutte le realtà culturali presenti in un area percorribile a piedi in soli quindici minuti: dai numerosi studi di artisti alle gallerie, dalle botteghe di artigiani a spazi dedicati alla promozione dell’arte e della cultura tra cui anche l’Università La Sapienza ed il già citato Museo.

Come affermano i fondatori di Sa.L.A.D. “potremmo definire San Lorenzo un’insalata mista dell’arte: dove persone luoghi e attività (anche molto diverse tra loro) si intrecciano, si mescolano o semplicemente convivono, dando vita ad una dimensione dell’incredibile valore artistico, culturale e sociale. A volte però c’è bisogno di dare un nome alle cose perché tutti le possano conoscere”.

Grazie ad un apposito portale ovvero http://www.sanlorenzoartdistrict.it è possibile, mappa alla mano, osservare le varie realtà qui presenti a cui viene dato spazio attraverso una pagina dedicata ed eventuali altri link che aprono collegamenti su altri siti come quelli dei vari artisti e/o gallerie, istituzioni culturali, etc.

A ciò si aggiungeranno nel tempo anche una serie di iniziative volte a valorizzare e promuovere artisti e gallerie del quartiere: incontri, presentazioni, talk, studiovisit, mostre, eventi e ogni altro tipo di attività che potrà avvicinare i cittadini ed il pubblico in generale all’arte ed alla cultura.

Un calendario che si prospetta ricchissimo e che inizierà a giugno con la collaborazione con BAR (Beirut Arti Residency) OTTN Projects e Materia Gallery ospitando tre artisti libanesi negli spazi di OMBRELLONI. Successivamente a luglio Sa.L.A.D. sarà partner del festival CHARTA – A Photo Book Festival, organizzato da Yogurt Magazine e The Paper Room; a settembre poi prenderanno il via i talk organizzati da Sa.L.A.D. in collaborazione con il critico d’arte e curatore Davide Silvioli e sempre a settembre grazie alla partnership con Osservatorio Futura di Torino, due artisti torinesi realizzeranno a San Lorenzo una residenza, mentre due artisti sanlorenzini verranno ospitati negli spazi della realtà torinese.

Maila Buglioni

Storico dell’arte e curatore. Dopo la Laurea Specialistica in Storia dell’arte Contemporanea presso Università La Sapienza di Roma frequenta lo stage di Operatrice Didattica presso il Servizio Educativo del MAXXI. Ha collaborato con Barbara Martusciello all’interno dei Book Corner Arti promossi da Art A Part of Cult(ure); a MEMORIE URBANE Street Art Festival a Gaeta e Terracina nel 2013 e con il progetto Galleria Cinica, Palazzo Lucarini Contemporary di Trevi (PG). Ha fatto parte del collettivo curatoriale ARTNOISE e del relativo web-magazine. Ha collaborato con varie riviste specializzate del settore artistico. È ideatrice e curatrice del progetto espositivo APPIA ANTICA ART PROJECT. È Capo Redattore di Segnonline, coordinando l'attività dei collaboratori per la stesura e l’organizzazione degli articoli, oltre che referente per la selezione delle news, delle inaugurazioni e degli eventi d’arte. Mail maila@segnonline.it; maila@rivistasegno.eu