Lucio Dalla

Vita, arte, musica di Lucio Dalla: il percorso della mostra

Una lunga storia di voci, parole e suoni ma anche di momenti indelebili nella memoria e di immagini iconiche. Scomparso il primo marzo 2012, Lucio Dalla è stato un artista trasversale, cantautore, compositore, attore, scrittore, regista teatrale, amante degli sport, appassionato di motori, il suo segno è rimasto impresso nella musica, nello spettacolo, nella cultura e oggi Bologna, sua città natale, cantata tante volte, gli rende omaggio con una grande mostra, aperta il 4 marzo 2022 al Museo Civico Archeologico.

Oltre  dieci  le  sezioni  in  cui  è  suddivisa  la mostra, che toccherà i vari aspetti della ricerca artistica e della vicenda umana di Lucio Dalla, dall’infanzia agli inizi musicali, dal clarinetto al rapporto con il cinema, il teatro e la televisione, fino alle amicizie con i personaggi della cultura e della musica ma anche con i suoi collaboratori. Insieme ai documenti, tante fotografie, filmati, abiti di scena e altri oggetti che racconteranno la sua vita, la sua arte e le sue passioni. 

La mostra “LUCIO DALLA. Anche se il tempo passa” si diffonderà anche nelle altre città che ebbero un ruolo importante nella vicenda dell’artista: dal 22 settembre sarà esposta all’Ara Pacis di Roma, quindi nel 2023, in occasione dell’ottantesimo anniversario della nascita, toccherà Napoli e quindi chiuderà a Milano. L’esposizione sarà accompagnata da un catalogo edito da Skira, con un lungo elenco di straordinarie testimonianze.

Museo Civico Archeologico

Sul sito rivistasegno.eu riproponiamo un dialogo tra Mimmo Paladino e Lucio Dalla raccolto nel 1994 da Alice Rubbini e pubblicato sul numero 132 di Segno – aprile 1994