Artissima
The Strip
Martina The Strip Gallery con due opere di Jisbar

Street art & Pop Art: è online The Strip Gallery

Nata ad aprile 2020, in pieno lockdown in Italia, The Strip è una galleria d’arte specializzata in Street Art e Pop Art. Martina, la titolare della galleria, per il momento solo online, ci racconta passione, mission e futuro della sua galleria.

Quando è nato questo percorso? Perché proprio la pop art e street art?
Ho iniziato questo percorso circa 10 anni fa, in età veramente molto giovane, assieme a colui il quale è poi diventato mio marito. Fu assolutamente casuale, una riproduzione in stampa di una celebre opera di Andy Warhol suscitò il mio interesse in modo improvviso ed incondizionato; volli approfondire, scoprire di più, conoscere ed esplorare un modo a me sconosciuto. Da quel giorno cominciai a visitare mostre, musei e gallerie entrando totalmente nel “sistema dell’arte”.
Il primo acquisto, come sanno bene tutti i collezionisti, non si dimentica mai. Nel mio caso fu una bellissima tela dell’artista americano Mark Kostabi, un’opera di piccole dimensioni (30×30 cm) ma di una bellezza suggestiva: due figure antropomorfe in una stanza, in bianco e nero, probabilmente un uomo ed una donna. Pochi dettagli, molta semplicità ma, come spesso avviene, le cose più semplici poi sono sempre le migliori!
Perché proprio street art e pop art? Probabilmente perché è l’arte che si avvicina di più al nostro stile di vita, al nostro arredamento ed al nostro ideale di bellezza. Non solo, soprattutto la street art è sempre stata molto sottovalutata e solo negli ultimi anni sta ricevendo il giusto apprezzamento dal mercato e pensiamo si possa andare ancora molto lontano.

Perché hai poi deciso di passare da collezionista a gallerista? Qual è la mission della galleria The Strip?
È stato un passaggio naturale, abbiamo acquisito una grande esperienza e competenza nel mondo dell’arte a tal punto da poter essere d’ausilio per molti altri collezionisti.
Ci siamo resi conto che spesso il collezionista è disorientato in questo mondo, soprattutto il neofita è in preda a molti dubbi che difficilmente le gallerie tradizionali riescono a chiarire. Per fare un esempio pratico, ricordo perfettamente i primi anni da collezionista di opere d’arte, entrare nelle gallerie mi metteva in soggezione: titolare ed assistenti vestiti con abiti eleganti e raffinati, opere d’arte esposte senza l’aggiunta di alcun dettaglio né prezzo, location prestigiose. Il tutto faceva pensare ad un sistema chiuso, adatto solo a chi fosse già collezionista navigato e con un budget consistente. Il giovane appassionato ed il neofita sarebbero usciti da quelle gallerie con le idee meno chiare di prima!
Ed allora la nostra idea è stata quella di semplificare questo mondo, rendere il processo di conoscenza e di acquisizione il più semplice e completo possibile. Chi si rivolge a noi avrà immediatamente tutte le informazioni di cui necessita: nome dell’artista, informazioni sull’opera d’arte, certificazioni a corredo e prezzo. Tutto immediatamente a disposizione perché solo ciò che si conosce si può comprendere e quindi apprezzare e vivere.
Sappiamo che moltissime persone, anche e soprattutto di giovane età, amano l’arte, visitano musei ed esposizioni pubbliche ma sono convinte di non poter entrare in questo sistema perché, magari, troppo elitario, troppo misterioso e privo di informazioni. The Strip Gallery nasce proprio con l’intendo di rendere facilmente fruibile l’arte e l’accesso alle opere d’arte. Possiamo tutti essere collezionisti, possiamo godere quotidianamente, nei nostri spazi privati, delle emozioni che le opere d’arte ci trasmettono. La cultura e l’arte ci rendono liberi!

Perché hai scelto THE STRIP come nome della Galleria?
L’idea del nome è, allo stesso tempo, spiritosa quanto profonda.
Il termine “STRIP” è generalmente usato per indicare il famoso ballo nel corso del quale una persona si spoglia completamente e rimane nuda davanti agli spettatori.
Allo stesso modo, l’arte che ci proponiamo di commercializzare è un’arte popolare, è un’arte che può essere osservata sui muri delle città e sui trasporti pubblici; è un’arte che tutti possono vedere e vivere indipendentemente da qualsiasi condizionamento esterno. La nostra arte è l’arte di tutti, è l’arte che si spoglia di se stessa per essere goduta appieno da chiunque.

Quali artisti commercializza la galleria? Con quali criteri vengono scelti?
Premettendo che ogni artista che scegliamo e promuoviamo è frutto di una nostra personale selezione, cerchiamo di essere un punto di riferimento sia per il neofita e sia per il collezionista più navigato ed esperto. Da Andy Warhol a Cope2, da Obey a Jisbar, da Mario Schifano a Kaws, dagli artisti più affermati ai giovani emergenti più talentuosi, THE STRIP Gallery presenta opere d’arte provenienti da tutto il mondo in stile pop e street art.
I nostri criteri di selezione sono ferrei e precisi, ma si differenziano nel caso in cui si tratti di artisti storicizzati o di artisti emergenti. Il primo criterio, a fattor comune, è che le opere d’arte che selezioniamo devono attirare anzitutto il nostro interesse. I lavori devono stimolare la nostra curiosità ed accendere il nostro primordiale spirito da collezionisti. Per gli artisti storicizzati siamo interessati solo a quelli che abbiano un curriculum espositivo importante, inserimenti museali, partecipazioni a collettive prestigiose ed altre esposizioni pubbliche di rilievo internazionale.
Per gli artisti emergenti o, comunque, non ancora storicizzati, i criteri sono diversi: visibilità internazionale e programma espositivo in espansione, collaborazioni di rilievo e serietà, oltre ad uno stile artistico innovativo e potenzialmente dirompente! Con questi requisiti e presupposti le possibilità di affermazione e di successo future sono ragionevolmente elevate. 
Abbiamo riscontrato che, purtroppo, ci sono anche artisti improvvisati. Cavalcano l’onda di un movimento in affermazione per poi cadere nell’oblio, poco tempo dopo. O ancora, artisti che, attratti esclusivamente dal veloce arricchimento, cominciano a vendere e talvolta svendere le loro opere in maniera indiscriminata, creando grossissimi danni al mercato, ai collezionisti ed ai galleristi. Questo crea un vorticoso sistema che terminerà con la “distruzione”, anche, dell’artista stesso. Il nostro lavoro è semplicemente (semplice si fa per dire) evitare questi ultimi e promuovere i giovani con un vero talento e con una solida affidabilità.

Quali sono le peculiarità della galleria The Strip?
Le peculiarità ed i punti di forza sono diversi.
Per iniziare, The Strip è attualmente una galleria online, dunque una galleria accessibile da chiunque in qualsiasi momento ed in qualsiasi luogo. Il collezionista, l’appassionato o chiunque si voglia “affacciare” in questo mondo potrà trovare in qualsiasi momento tutte le informazioni di cui ha bisogno ed avrà la possibilità di interagire con noi con gli strumenti tecnologici più attuali e “giovani”. Oltre al web siamo infatti presenti in maniera molto attiva anche su instagram, che sappiamo essere uno strumento molto utilizzato ed apprezzato soprattutto dai nostri coetanei. Ed è così, utilizzando strumenti conosciuti, che possiamo far conoscere un mondo poco conosciuto. 
Solidità ed affidabilità su tutto ciò che la galleria pone in vendita. Essendo noi stessi anche collezionisti, sappiamo bene quanto siano importanti certificazioni e provenienze a corredo delle opere d’arte. Spesso vediamo che il collezionista si accontenta di un anonimo documento che accompagni l’opera, senza pretendere e verificare la giusta e più ampia certificazione. Il nostro punto di forza ed il nostro impegno è di fare in modo di garantire una solidità ed affidabilità a tutte le opere proposte. Verifichiamo personalmente ogni certificazione, tramitearchivi ufficiali o attraverso contatti diretti con i nostri artisti. Vogliamo fornire un’esperienza di acquisto piacevole e serena…un servizio “chiavi in mano”!
Fattore investimento. Siamo sempre molto attenti anche all’aspetto dell’arte come bene da investimento per diversificare, tutelare ed ampliare un patrimonio…anche partendo con cifre estremamente contenute! Il nostro processo di selezione ed acquisizione, infatti, si conclude solo quanto riscontriamo opere d’arte che abbiano un valore storico e culturale elevato unito alla possibilità di essere anche ottima fonte di investimento.