Eugénia Mussa, Water Slide, 2021, oil on paper prepared with enamel. Ph: Bruno Lopes

“Rolla Costa / Let’s Find Out” | Eugénia Mussa

La sede portoghese di MONITOR propone al pubblico le opere di una giovane artista che, facendoci addentrare nel suo mondo vissuto, ci risveglia passate esperienze.

Fino al 04 settembre 2021 è visibile presso la sede portoghese di MONITOR la mostra “Rolla Costa / Let’s Find Out” di Eugénia Mussa (1978, Maputo, Mozambique). Dopo aver rappresentato il lavoro di artisti come Sérgio Carronha e Daniel V. Melim, la galleria di Libona ha accolto Eugénia Mussa come terza artista portoghese all’interno del proprio roster.

L’artista di origina africana ha già esposto presso la sede romana della galleria grazie alla collettiva di sole donne intitolata “Ladder to the Moon” recensita all’interno del n.280 di Rivista Segno. Vissuta in Mozambigo fino all’età di cinque anni ovvero quando vi era la guerra civile. Dal 1983 si è trasferita in Portogallo insieme alla sua famiglia, nazione dove tutt’oggi vive e lavora. Un percorso, questo, che ha influenzato notevolmente la sua produzione artistica. Infatti, nei suoi dipinti la Mussa non affronta direttamente il tema dell’identità africana ma lo analizza attraverso le proprie memorie, le immagini e le sensazioni provate durante il suo lungo viaggio. Nei suoi lavori più figurativi, Eugénia Mussa utilizza una tecnica quasi impressionista, una pittura ad olio che consta di casualità musicale, spaziando liberamente tra stili, generi e paradigmi predefiniti.

L’artista presta particolare attenzione ai fenomeni riguardanti il paesaggio e l’area urbana, dipingendo spesso scene di vita quotidiana come bambini in parchi tematici o feste in ambienti tropicali. Fonte di ispirazione principale dei suoi soggetti e temi è fin da sempre il suo archivio polisemico composto da immagini trovate in libri, cartoline e video amatoriali. Attraverso il riutilizzo di questi frammenti di memorie personali, collettive e talvolta sconosciute la Mussa riesce a oltrepassare il limite tra il reale e l’immaginario, tra il familiare e l’ignoto. Un processo, questo, che le permette di rivelare immagini che, grazie a colori fluorescenti e smaglianti, fanno riemergere nello spettatore esperienze e visioni immersive e nostalgiche.

Eugénia Mussa, ROLLA COSTA // Let’s find out, installation view Monitor Lisbon. Ph: Bruno Lopes

“Rolla Costa / Let’s Find Out” di Eugénia Mussa

Fino al 04 settembre 2021

MONITOR Lisbon

Maila Buglioni

Storico dell’arte e curatore. Dopo la Laurea Specialistica in Storia dell’arte Contemporanea presso Università La Sapienza di Roma frequenta lo stage di Operatrice Didattica presso il Servizio Educativo del MAXXI. Ha collaborato con Barbara Martusciello all’interno dei Book Corner Arti promossi da Art A Part of Cult(ure); a MEMORIE URBANE Street Art Festival a Gaeta e Terracina nel 2013 e con il progetto Galleria Cinica, Palazzo Lucarini Contemporary di Trevi (PG). Ha fatto parte del collettivo curatoriale ARTNOISE e del relativo web-magazine. Ha collaborato con varie riviste specializzate del settore artistico. È ideatrice e curatrice del progetto espositivo APPIA ANTICA ART PROJECT. È Capo Redattore di Segnonline, coordinando l'attività dei collaboratori per la stesura e l’organizzazione degli articoli, oltre che referente per la selezione delle news, delle inaugurazioni e degli eventi d’arte. Mail maila@segnonline.it; maila@rivistasegno.eu