Istituzioni che ripartono

Con il nostro Paese che riparte, il mondo dell’arte ritrova la sua strada, permettendo di tornare a camminare nei luoghi della cultura delle nostre città. Cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza elencandone qualcuno.

Con il ritorno in zona gialla della maggior parte delle regioni italiane, molti musei e istituzioni riaprono finalmente le proprie porte al pubblico, per poter tornare finalmente ad ammirare l’arte.

A ROMA
dal 26 aprile riparte

  • la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea
    con le mostre
    “Io dico Io – I say I”, prorogata e visitabile fino al 6 giugno;
    – “Out of focus”, prorogata e visitabile fino al 18 giugno;
    – “Roma città chiusa”, prorogata e visitabile fino al 6 giugno.

dal 27 aprile ripartono:

  • il museo MAXXI
    con le mostre in corso
    – “Aldo Rossi. L’architetto e le città”, fino al 17 ottobre;
    “senzamargine. Passaggi nell’arte italiana a cavallo del millennio”, fino al 10 ottobre;
    “Una Storia per il Futuro. Dieci anni di MAXXI”, fino al 29 agosto;
    “MAXXI BVLGARI PRIZE 2020”, fino al 23 maggio;
    – “Navin Rawanchaikul. Ciao da Roma”, fino al 30 maggio;
    focus in corso
    – “Premio Italiano di Architettura e YAP Rome at MAXXI”, fino al 23 maggio;
    – “Premio Graziadei per la Fotografia. Rachele Maistrello, Alba Zari”, fino al 23 maggio;
    – “Alberto Boatto”, fino al 10 ottobre;
    – “The Independent Wall”, fino al 4 dicembre;
    mostre in arrivo
    “Più grande di me. Voci eroiche della ex Jugoslavia”, a partire dal 5 maggio;
    “Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi. Angeli e guerrieri del cinema”, a partire dal 27 aprile;
    “Legendary Ticket”, valido fino al 2121.
  • il museo MACRO
    ogni sezione ospita una mostra diversa
    – SOLO/MULTI, Nathalie Du Pasquier. “Campo di Marte” – fino al 20 giugno;
    – RETROFUTURO, con opere di Carola Bonfili, Costanza Candeloro, Ludovica Carbotta, Gianluca Concialdi, Giulia Crispiani, Giorgio Di Noto, Beatrice Marchi, Diego Marcon, SAGG NAPOLI, Francesco Pedraglio, Davide Stucchi a cui si aggiunge il nuovo intervento di Giorgia Garzilli – in progress;
    – POLIFONIA, Simone Carella. “Io poeto tu” – fino al 6 giugno;
    – MUSICA DA CAMERA, “(Editions) Mego 1995-2020” – fino al 6 giugno;
    – ARITMICI, “Wolfgang Stoerchle (1944-1976)” – fino al 27 giugno;
    – STUDIO BIBLIOGRAFICO, “Playmen: un album” – fino al 30 maggio;
    – IN-DESIGN, Boy Vereecken. “Back Matter” – fino al 13 giugno;
    – PALESTRA, Soshiro Matsubara. “Caresses” – fino al 13 giugno;
    Le mostre termineranno con cadenza differente tra la fine di maggio e il mese di giugno, quando le diverse sezioni del museo, concepite come le rubriche di una rivista vivente, inizieranno ad aggiornare i loro contenuti con i progetti espositivi del programma dell’estate 2021:
    – MUSICA DA CAMERA, Franca Sacchi. “Enstasi” – dal 10 giugno al 29 agosto 2021;
    – STUDIO BIBLIOGRAFICO, “Artists’ Library: 1989-2021” – dal 15 giugno al 5 settembre 2021;
    – POLIFONIA, Friedl Kubelka vom Gröller. “Songs of Experience” – dal 22 giugno al 10 ottobre 2021;
    – PALESTRA, Reba Maybury. “Faster Than An Erection” – dal 2 luglio al 12 settembre 2021;
    – IN-DESIGN, Julie Peeters. “Daybed” – dall’8 luglio al 24 ottobre 2021;
    – SOLO/MULTI, Tony Cokes. “This isn’t theory. This is history” – dal 15 luglio al 17 ottobre 2021;
    – ARITMICI, Mario Diacono. “Diaconia” – dal 15 luglio al 24 ottobre 2021;
    – RETROFUTURO con opere di Carola Bonfili, Costanza Candeloro, Ludovica Carbotta, Gianluca Concialdi, Giulia Crispiani, Giorgio Di Noto, Giorgia Garzilli, Beatrice Marchi, Diego Marcon, SAGG NAPOLI, Francesco Pedraglio, Davide Stucchi a cui si aggiungono i nuovi interventi di Parasite 2.0, Real Madrid, Margherita Raso, Alessandro Cicoria  in progress.
  • Palazzo Barberini, sede delle Gallerie Nazionali di Arte Antica
    con le mostre
    “Plasmare l’idea. Pierre-Étienne Monnot, Carlo Maratti e il monumento Odescalchi”, fino al 2 maggio;
    “La Cananea restaurata. Nuove scoperte su Mattia e Gregorio Preti”, fino al 2 maggio;
    “Italia in-attesa”, fino al 13 giugno.

dal 28 aprile riapre

  • Palazzo Merulana
    con la Collezione Cerasi
    e la mostra “Racconti d’Africa”, visitabile fino al 23 maggio.

Altre riaperture

Inoltre, a partire dal 1 maggio riaprono anche
le Terme di Caracalla, Villa di Livia e Arco di Malborghetto.

A TORINO
dal 30 aprile riaprono:

  • il Museo Ettore Fico
    con le mostre
    Massimo Vitali “Costellazioni umane”;
    Reinas, Zaza Calzia – Maria Lai – Lala Lussu – Rosanna Rossi;
    Nebojsa Despotovic “The Golden Harp”;
    John Torreano
    tutte visitabili fino al 20 giugno.
  • Fondazione Sandretto Re Rebaudengo
    con la mostra
    “Space Oddity. Spazi e corpi al tempo del distanziamento sociale”, fino al 13 giugno.

A BOLOGNA
dal 27 aprile riapre

  • il MAMbo
    con le nuove mostre
    “Safe and Sound”, a partire dal 5 maggio e fino al 5 settembre;
    “ROSE 05 Helen Dowling. Something for the Ivory”, dal 7 maggio al 6 giugno presso Villa delle Rose.

A MILANO
dal 29 aprile riapre

  • Fondazione Prada
    con “Who the Bær”, visitabile fino al 27 settembre.
    Inoltre dal 22 maggio tornerà accessibile anche la sede veneziana del palazzo Ca’ Corner della Regina con la mostra “Stop Painting”, visitabile fino al 21 novembre.

dal 1 maggio riapre

  • il MUDEC
    con le mostre
    “Robot. The Human Project”, fino all’1 agosto;
    “Tinaa Modotti. Donne, Messico e libertà”, fino al 7 novembre.

dal 4 maggio riapre invece la Pinacoteca di Brera.

A NAPOLI
dal 4 maggio riapre

A BOLZANO
dal 7 maggio riapre

  • la Fondazione Antonio Dalle Nogare
    con le mostre
    “Robert Breer. TIME OUT”, prorogata fino al 17 luglio;
    “Studiofloor and Diamond Paintings”, dal 29 maggio all’8 gennaio 2022.

A PRATO
dall’8 maggio riapre

A FIRENZE
dal 28 aprile riapre

  • il Museo Novecento
    con le mostre
    “Tallone di ferro”, fino al 22 agosto;
    “Titina Maselli, Salvatore Ferragamo e il mito di Greta Garbo”, fino al 29 agosto;
    “Gender Gap”, fino al 10 ottobre;
    “Istruzioni di Volo”, fino al 10 ottobre.
    Inoltre, la sede OFF del museo, presso Palazzo Vecchio e il Museo Stefano Bardini, ospiterà la mostra “Beautiful Lies” fino al 29 agosto.

dal 1 maggio riaprono:

dal 4 maggio riapre

A MACERATA
dal 6 maggio riapre

  • la Galleria GABA.MC Young dell’Accademia di Belle Arti
    con le mostre
    “Introspezioni”, dal 6 al 19 maggio;
    – “Lo sguardo dell’immagine”, dal 24 maggio al 4 giugno;
    – “Coincidenze”, dall’8 al 18 giugno;
    – “#SENZATITOLO”, dal 22 giugno al 2 luglio;
    – “Lavori di scenografia”, dal 15 al 30 luglio.