“Wall for art”: Stefano Frascarelli

Un’azienda perugia mette a disposizioni i suoi spazi per far esporre l’arte contemporanea locale.

A Perugia, nonostante la situazione di stallo e la chiusura dei musei, si continua a produrre arte grazie all’azienda locale Totem s.r.l. che ha messo a disposizione degli artisti le pareti esterne della sua sede a Sant’Andrea delle Fratte offrendo così uno spazio espositivo non convenzionale agli artisti umbri. Primo a disporre di tale opportunità è Stefano Frascarelli (Assisi, 1981 – vive e lavora ad Assisi) la cui opera è visibile dal 1° gennaio al 30 marzo 2021.

“C’è ancora tanto spazio per fare e comunicare l’arte. Anche ora che  il Covid ha chiuso gallerie e musei, cancellando tante opportunità e rendendo fruibili le esperienze artistiche solo da remoto.” Ne è convinta l’azienda perugina Totem che a dicembre ha lanciato l’iniziativa “Wall for art” sopra descritta. Presso tale inedito spazio espositivo l’artista assisano propone una tela di ben 10 metri quadrati che esplica la sua predizione per la tecnica degli smalti abbinati alle superfici in plexiglass e la sua seduzione per l’espressionismo astratto. Fin dal 2005, anno del suo esordio, la sua pittura prende ispirazione dagli elementi naturali rappresentati dal colore puro che prescinde dal carattere di riconoscibilità e ambisce al valore dell’autodefinizione.

“Da vent’anni ogni forma d’arte – scrive l’azienda perugina, che crea per i grandi brand e gli eventi espositivi di tutto il mondo – ci ha accompagnato ogni giorno in ogni progetto. E’ giunto il momento di renderle qualcosa in cambio. Il Covid-19 ha modificato le nostre vite e il nostro lavoro. Gallerie ed eventi sono stati duramente colpiti molte opportunità sono state cancellate o rese fruibili solo online. È in questo momento che scegliamo di offrire alla nostra comunità un’esperienza di realtà. La nostra azienda mette a disposizione la sua più grande vetrina reale, le pareti esterne della sua sede fisica come occasione di visibilità per giovani artisti che vogliano lasciare il segno con la propria visione. La sfida che vogliamo affrontare è quella di creare un impatto fisico, una connessione reale fra quanti amano e conoscono l’arte e semplici curiosi, passeggeri nell’incessante mutevolezza della realtà che ci circonda. TOTEM per l’arte, per colorare e risignificare l’attesa di tornare a vivere tutti i musei e tutte le mostre che ci aspettano.

Maila Buglioni

Storico dell’arte e curatore. Dopo la Laurea Specialistica in Storia dell’arte Contemporanea presso Università La Sapienza di Roma frequenta lo stage di Operatrice Didattica presso il Servizio Educativo del MAXXI. Ha collaborato con Barbara Martusciello all’interno dei Book Corner Arti promossi da Art A Part of Cult(ure); a MEMORIE URBANE Street Art Festival a Gaeta e Terracina nel 2013 e con il progetto Galleria Cinica, Palazzo Lucarini Contemporary di Trevi (PG). Ha fatto parte del collettivo curatoriale ARTNOISE e del relativo web-magazine. Ha collaborato con varie riviste specializzate del settore artistico. È ideatrice e curatrice del progetto espositivo APPIA ANTICA ART PROJECT. È Capo Redattore di Segnonline, coordinando l'attività dei collaboratori per la stesura e l’organizzazione degli articoli, oltre che referente per la selezione delle news, delle inaugurazioni e degli eventi d’arte. Mail maila@segnonline.it; maila@rivistasegno.eu