Julian Schnabel Fotografie che ritraggono l’artista all’esterno del suo studio di Long Island nel 1984-1986 circa / Photographs showing the artist outside of his Long Island studio in 1984-1986 ca. Ph. Chiara Cottafavi
Julian Schnabel Fotografie che ritraggono l’artista all’esterno del suo studio di Long Island nel 1984-1986 circa / Photographs showing the artist outside of his Long Island studio in 1984-1986 ca. Ph. Chiara Cottafavi

Show Case – L’archivio esposto

Riapre al pubblico l’esposizione permanente della Collezione Maramotti riletta attraverso un inedito allestimento che apre a nuove ed inaspettate connessioni.

Da oggi, 17 giugno 2021, la Collezione Maramotti presenta Show Case. L’archivio esposto: un percorso alternativo dell’esposizione permanente attraverso una selezione di documenti, fotografie, disegni, volumi della propria Biblioteca e dell’archivio d’arte che offrirà nuove prospettive sul percorso espositivo.

Dopo un lungo periodo di chiusure al pubblico a causa dell’emergenza sanitaria, in occasione delle giornate inaugurali del festival di Fotografia Europea 2021, in corso a Reggio Emilia e ispirato al verso di una poesia di Gianni Rodari (“Sulla Luna e sulla Terra / fate largo ai sognatori!”) e in continuità con la mostra Rehang : Archives 2019, la Collezione Maramotti si propone al pubblico attraverso un rinnovato itinerario della propria collezione permanente. Percorrendo le sale che ospitano in permanenza le oltre duecento opere dagli anni ’50 ad oggi, una serie di vetrine pop-up contengono fotografie, documenti, disegni, libri d’artista ed ephemera su alcuni degli artisti esposti, ampliando il contesto della loro ricerca e offrendo, contemporaneamente, inedite prospettive sul percorso espositivo. In relazione con la poesia di Rodari, sono stati individuati alcuni artisti la cui ricerca rappresenta un ponte tra il mondo terreno e quello metafisico del sogno. Una dimensione onirica che va ad abbracciare le sale della collezione permanente con materiali d’archivio che testimoniano, al primo piano, la vitalità e il fermento artistico presente in Italia negli anni sessanta e settanta e, al secondo piano, l’energia e la creatività della scena pittorica newyorkese degli anni ottanta e novanta. In mostra sono presenti material che riguardano opere di Alighiero Boetti, Eric Fischl, Ellen Gallagher, Eliseo Mattiacci, Mario Schifano, Julian Schnabel, Cesare Tacchi. Lavori, questi, che vanno ad integrarsi ad una serie di contenuti digitali messi a disposizione nelle sale tramite codici QR già presenti dal 2020 col fine di aprire ed espandere nuovi sguardi sulla raccolta.

Show Case: L’archivio esposto

Show Case: Exhibiting the Archive

Collezione Maramotti, Reggio Emilia

dal 17 giugno al 31 dicembre 2021

Maila Buglioni

Storico dell’arte e curatore. Dopo la Laurea Specialistica in Storia dell’arte Contemporanea presso Università La Sapienza di Roma frequenta lo stage di Operatrice Didattica presso il Servizio Educativo del MAXXI. Ha collaborato con Barbara Martusciello all’interno dei Book Corner Arti promossi da Art A Part of Cult(ure); a MEMORIE URBANE Street Art Festival a Gaeta e Terracina nel 2013 e con il progetto Galleria Cinica, Palazzo Lucarini Contemporary di Trevi (PG). Ha fatto parte del collettivo curatoriale ARTNOISE e del relativo web-magazine. Ha collaborato con varie riviste specializzate del settore artistico. È ideatrice e curatrice del progetto espositivo APPIA ANTICA ART PROJECT. È Capo Redattore di Segnonline, coordinando l'attività dei collaboratori per la stesura e l’organizzazione degli articoli, oltre che referente per la selezione delle news, delle inaugurazioni e degli eventi d’arte. Mail maila@segnonline.it; maila@rivistasegno.eu