Angeli Mortali di Aso Art e Alla ricerca di un ideale di Luigi Citarrella

Fino all’08 maggio 2022 presso Palazzo Oneto di Sperlinga sono visibile due mostre di artisti palermitani.

In occasione dell’undicesima Settimana delle Culture sabato è sono state inaugurate, presso Palazzo Oneto di Sperlinga di Palermo le mostre personali Angeli Mortali di Aso Art e Alla ricerca di un ideale di Luigi Citarrella, entrambe organizzate dall’Associazione Culturale Aurea Phoenix e curate da Andrea Guastella. Due rassegne che, come ha dichiarato il direttore artistico di Palazzo Oneto di Sperlinga Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona, intendono restituire “a tutti i palermitani desiderosi di riscatto, un’occasione di bellezza e arricchimento culturale”.

Salvo Agria(Aso Art) è un artista di Palermo, classe 1974, che incentra la propria creatività sulla città d’origine. Inizialmente, dal 2000, si espresse attraverso la pittura per poi approdare alla fotografia e al video. Per tre anni, in particolare, è regista e realizzatore del video ufficiale del Festino di Santa Rosalia. Ha partecipato, inoltre, con diversi lavori, a manifestazioni istituzionali come Le Vie dei Tesori e la Settimana delle Culture. Tra i riconoscimenti ricevuti il primo premio Unesco per il Concorso “Immaginario Arabo Normanno” e il premio speciale “Paladino d’Oro” Palermo Capitale della Cultura.

Mentre Luigi Citarella è nato a Palermo nel 1981. Da ragazzo ha sentito una innata predisposizione verso la materia e nelle aule della scuola di scultura dell’Accademia di Palermo cresce a stretto contatto con grandi maestri. Le sue opere sono espressione di una Sicilia colta ed impegnata e di un’arte che tiene conto del pluralismo dei linguaggi e delle innovazioni tecniche che caratterizzano la contemporaneità. Dall’argilla modellata al marmo scolpito alle resine laccate, la sua arte ha un fortissimo impatto emotivo. Docente di scultura presso l’Accademia di Reggio Calabria, le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.

Dal testo in catalogo di Andrea Guastella: “Raramente due artisti sono stati così lontani e così vicini come ASO ART e Luigi Citarrella. Il primo, pittore convertito sulla via di Damasco ai video d’artista e alla fotografia, del pittore ha conservato l’attitudine surreale e la manualità. Figlie del primo amore, le sue visioni rutilanti svelano echi lontani, memorie dal remoto. Nessun luogo meglio del salone d’onore di Palazzo Oneto di Sperlinga si prestava ad accogliere i suoi Angeli mortali: figure su cui gli affreschi della volta riverberano i loro fuochi d’artificio. In Luigi, al contrario, scultore sino al midollo, i colori sono come prosciugati: al pari di tante statue classiche, un bianco freddo e asettico è la tinta dominante. Sappiamo bene, però, che anche le sculture del passato erano cariche di colori sgargianti. Perciò la superficie neutra dei suoi uomini Alla ricerca di un ideale mi ha ricordato piuttosto il vuoto che ci lasciamo alle spalle: i calchi pompeiani. Sovrapposizioni multiple da un lato, severità e ascetismo dall’altro: ecco la (complementare) lontananza. Ma non si tratta dello stesso, reiterato esorcismo del tempo? Nel caso di ASO ART, mediante stimoli lisergici; nel caso di Luigi per via di congelamento. Un esorcismo che è anche una speranza: di ritrovare la memoria del passato, di riessere umani. Nel frattempo, storditi dagli orrori della guerra in Ucraina, viviamo l’angoscia del condannato. Auguriamoci sia solo un purgatorio”.

Info mostra

Sede
Palazzo Oneto di Sperlinga
Via Bandiera, 24, 90133 Palermo PA

Durata della mostra
30 aprile – 8 maggio 2022
Orari di apertura
Tutti i giorni: 17.00 – 19.30
Sabato e domenica: 10.00 -12.30; 16.00 – 19.30

Contatti
mail. andreguast@yahoo.com
cell. 327.4059001

Maila Buglioni

Storico dell’arte e curatore. Dopo la Laurea Specialistica in Storia dell’arte Contemporanea presso Università La Sapienza di Roma frequenta lo stage di Operatrice Didattica presso il Servizio Educativo del MAXXI. Ha collaborato con Barbara Martusciello all’interno dei Book Corner Arti promossi da Art A Part of Cult(ure); a MEMORIE URBANE Street Art Festival a Gaeta e Terracina nel 2013 e con il progetto Galleria Cinica, Palazzo Lucarini Contemporary di Trevi (PG). Ha fatto parte del collettivo curatoriale ARTNOISE e del relativo web-magazine. Ha collaborato con varie riviste specializzate del settore artistico. È ideatrice e curatrice del progetto espositivo APPIA ANTICA ART PROJECT. È Capo Redattore di Segnonline, coordinando l'attività dei collaboratori per la stesura e l’organizzazione degli articoli, oltre che referente per la selezione delle news, delle inaugurazioni e degli eventi d’arte. Mail maila@segnonline.it; maila@rivistasegno.eu