AlbumArte a Palazzo delle Esposizioni presentazione progetto vincitore dell'Italian Council (VIII edizione 2020) "ALL BOOM ARTE. Artisti/e Italiani/ e ad AlbumArte 2010-2020", nell'ambito delle attività collaterali alla Quadriennale d’arte 2020. Ph: Alessandra Trucillo courtesy AlbumArte e Palazzo delle Esposizioni

ALL BOOM ARTE arriva a Scrutari

Dopo i festeggiamenti per i 10 anni di attività e la vincita dell’Italian Council, AlbumArte inizia il suo tour di presentazioni del catalogo prodotto dall’Albania.

Dopo la presentazione avvenuta quest’estate a Palazzo delle Esposizioni di Roma, l’associazione culturale no profit AlbumArte approda all’Ad Art House (Scrutari – Albania) dove sabato 11 settembre (ore 17:30) presenterà, nell’ambito delle attività del festival Ekrani i Artit 2021, il progetto editoriale ALL BOOM ARTE. Artisti/e italiani/e ad AlbumArte 2011 – 2020, a cura di Cristina Cobianchi (Quodlibet editore, 2021), realizzato grazie al sostegno dell’Italian Council (VIII edizione 2020), il programma di promozione dell’arte contemporanea italiana nel mondo della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura italiano.

Oltre alla presentazione del volume, verrà proiettato il video Chasing Boundaries Shkodër (2019, 45’) diretto dagli artisti italiani Zaelia Bishop ed Emanuele Napolitano che vede protagonisti gli artisti albanesi Donika Çina, Alket Frasheri, Lek Gjeloshi e Driant Zeneli.

Come sottolinea Cristina Cobianchi, fondatrice di AlbumArte: “Sono molto fiera di come siano andate le cose per questo centro di produzione culturale e artistica indipendente, attivo a Roma dal 2014 e all’estero dal 2011, soprattutto perché è un risultato condiviso dalla grande comunità che negli anni siamo riuscite a creare. Quello di riuscire a formare una comunità attorno ai nostri progetti è stato ‘il sogno da realizzare’ fin dall’inizio della mia avventura nell’arte contemporanea. La forza di AlbumArte è stata proprio il voler condividere con coraggio, curiosità e coerenza uno spazio intellettuale e artistico, aprendosi a nuovi contenuti e a nuove visioni. Ho cercato di spiegare il nostro percorso in questo libro e di raccontarlo includendo più voci possibili, perché questo era il compito che mi ero assegnata. Oggi siamo in Albania, perché abbiamo iniziato il nostro percorso a Istanbul, con mostre, residenze e video screening e uno dei primi artisticoinvolti è stato Adrian Paci, che ha presentato con noi nel 2013, il suo meraviglioso The Column, evento collaterale alla 13 Instanbul Biennial, subito dopo la sua mostra a Jeau de Paume di Parigi. Nel 2016 abbiamo presentato a Roma la mostra personale di Driant Zeneli e nel 2019 il video Chasing Boundaries Shkodër di Zaelia Bishop ed Emanuele Napolitano co-prodotto da AlbumArte, che ha coinvolto gli artisti albanesi Donika Çina, Alket Frasheri, Lek Gjeloshi e Driant Zeneli.”

Ritratto_Cristina Cobianchi_Foto di  Alessandra Trucillo

Sviluppati con lo scopo di descrivere la condizione di fare arte all’interno di un’opera che si avvicina alla videoarte ma tendendo a superare il tradizionale metodo narrativo e la struttura lineare a favore di una piattaforma aperta, Chasing Boundaries è una serie di documentari sull’arte contemporanea diretti da Zaelia Bishop ed Emanuele Napolitano e coordinati da Micol Di Veroli. Ulteriore obiettivo di questi documentari è anche raccogliere voci diverse da terre lontane e trasformare queste esperienze vissute in pura produzione artistica. Per il quarto capitolo della serie, che parla di Scutari in Albania, l’artista Adrian Paci ha messo a disposizione per le interviste la sua Art House, una casa d’infanzia trasformata in un luogo di sperimentazione e piattaforma di supporto per artisti locali. Gli artisti invitati hanno offerto quattro visioni creative totalmente eterogenee che si occupano di vari aspetti sociali e creativi come l’illusione e il fallimento, l’identità nazionale e la religione, la paura e la speranza.

Gli artisti e i curatori selezionati in questi dieci anni di attività da AlbumArte hanno contribuito a costruire una comunità e a formare una rete di scambi intellettuali e di opportunità di lavoro, connessione e ricerca. Ed è proprio su questa comunità di giovani o emergenti, che si focalizza l’attenzione del volume ALL BOOM ARTE: un fenomeno aggregativo ancora in corso, che ha coinvolto e continua sempre di più a coinvolgere decine di artisti, tra i quali molte artiste e curatrici donne.

Una parte del volume è dedicata a 18 conversazioni inedite tra gli artisti e i curatori di AlbumArte: Gianluca Brogna con Grossi Maglioni, Benedetta Carpi De Resmini con Cosimo Veneziano, Anna Cestelli Guidi con Iginio De Luca, Daniela Cotimbo con Sonia Andresano, Elisa Del Prete con Angelo Bellobono, Raffaele Gavarro con Sandro Mele, Silvano Manganaro con Zaelia Bishop, Magherita Moscardini con Cristina Cobianchi, Manuela Pacella con Elena Bellantoni, Claudio Libero Pisano con Delphine Valli, Adriana Polveroni con Francesco Jodice, Marta Silvi con Dario Agati e Fabio Giorgi Alberti, Marco Trulli con Anna Raimondo, Paola Ugolini con Silvia Giambrone e Romina Bassu, Vittorio Urbani con Flavio Favelli, Saverio Verini con Sabrina Casadei e Alessandro Giannì.  

Il volume, di 484 pagine, doppia versione italiano inglese, è diviso in sezioni che illustrano il contesto della ricerca di AlbumArte dal 2011 al 2020: gli artisti italiani all’estero con AlbumArte (Anteprima 2011-2014)AlbumArte | VideoArtForum (2016, in corso); Le performance; il progetto Donne (non più) anonime – confronto sul femminicidio, insieme alle immagini e ai testi legati alle mostre realizzate con tutti loro (2011-2020).

Il libro sarà presentato in Italia e in sette istituzioni all’estero, che si svolgeranno sempre alla presenza di un/una artista di AlbumArte e spesso accompagnate da eventi artistici paralleli realizzati dall’istituzione ospitante.

Partner culturali del progetto ALL BOOM ARTE. Artisti/e italiani/e ad AlbumArte 2011 – 2020: MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Roma; Roma Capitale. Assessorato alla Crescita Culturale / Azienda Speciale Palaexpo, Roma; National Gallery of Art, Vilnius; Art House, Scutari; Bn Project, Bruxelles; Dimora OZ, Palermo, Golden Thread Gallery, Belfast; LE 18, Marrakech; PILOT, Bratislava.

ALL BOOM ARTE

Artisti/e italiani/e ad AlbumArte 2011 – 2020

Progetto editoriale vincitore dell’Italian Council (VIII edizione 2020)

Pubblicazione a cura di Cristina Cobianchi (AA.VV.)

Coordinamento del progetto editoriale Fabiola Fiocco

Coordinamento generale Marta Bracci

Quodlibet editore (settembre 2021)

e proiezione del video Chasing Boundaries Shkodër 

di Zaelia Bishop ed Emanuele Napolitano con Donika Çina, Alket Frasheri, Lek Gjeloshi e Driant Zeneli

sabato 11 settembre 2021, ore 17.30

Art House

Scutari (Albania), Rruga At Shtjefen Gjeçovi 15

Interventi di: Cristina Cobianchi, Lek Gjeloshi, Adrian Paci e Driant Zeneli

Maila Buglioni

Storico dell’arte e curatore. Dopo la Laurea Specialistica in Storia dell’arte Contemporanea presso Università La Sapienza di Roma frequenta lo stage di Operatrice Didattica presso il Servizio Educativo del MAXXI. Ha collaborato con Barbara Martusciello all’interno dei Book Corner Arti promossi da Art A Part of Cult(ure); a MEMORIE URBANE Street Art Festival a Gaeta e Terracina nel 2013 e con il progetto Galleria Cinica, Palazzo Lucarini Contemporary di Trevi (PG). Ha fatto parte del collettivo curatoriale ARTNOISE e del relativo web-magazine. Ha collaborato con varie riviste specializzate del settore artistico. È ideatrice e curatrice del progetto espositivo APPIA ANTICA ART PROJECT. È Capo Redattore di Segnonline, coordinando l'attività dei collaboratori per la stesura e l’organizzazione degli articoli, oltre che referente per la selezione delle news, delle inaugurazioni e degli eventi d’arte. Mail maila@segnonline.it; maila@rivistasegno.eu