Le aree rurali del mondo, sottolineate attraverso una rappresentazione astratta delle zone selezionate da AMO per la mostra Countryside, The Future - Image: Courtesy of AMO

Mishka Henner: “Countryside, The Future”

Al Solomon R. Guggenheim Museum di New York ha appena aperto la mostra Countryside, The Future. Un’esposizione che affronta urgenti questioni ambientali, politiche e socioeconomiche attraverso la visione dell’architetto e urbanista Rem Koolhaas e Samir Bantal, direttore di AMO, gruppo di esperti dell’Office for Metropolitan Architecture (OMA).

Una mostra unica per il museo americano poiché Countryside, The Future esplorerà i cambiamenti radicali nei territori rurali, remoti e selvaggi qui collettivamente identificati come “campagna”, ovvero il 98% della superficie terrestre non occupata dalle città, con un’installazione a rotazione completa basata su una ricerca originale. Il progetto presenta le ricerche di AMO, Koolhaas, con gli studenti della Harvard Graduate School of Design, dell’Accademia Centrale di Belle Arti di Pechino, dell’Università di Wageningen, Olanda, e dell’Università di Nairobi. La mostra esaminerà la moderna concezione del tempo libero, la pianificazione su larga scala da parte delle forze politiche, i cambiamenti climatici, le migrazioni, gli ecosistemi umani e non umani, la conservazione guidata dal mercato, la coesistenza artificiale e organica e altre forme di sperimentazione radicale che stanno alterando i paesaggi di tutto il mondo.

L’artista inglese Mishka Henner sta ridefinendo l’arte della fotografia attraverso l’elaborazione, fin dalle prime creazioni del 2012, di centinaia di schermate ad alta risoluzione generate da Google Earth e Google Street View che portano alla creazione di in nuove composizioni di grande impatto visivo per geometrie e colori.

L’opera Randall County Feedyard, Amarillo, Texas, della serie Feedlots, è stata selezionata da AMO/Rem Koolhaas per la mostra Countryside, The Future, visibile al Solomon R. Guggenheim di New York fino al 14 agosto 2020, dove verrà presentata sotto forma di grande installazione a muro. Feedlots rappresenta un importante progetto sugli allevamenti intensivi negli Stati Uniti ed è stato esposto in numerosi musei e collezioni, rivelandosi di grande impatto sulla scena artistica, sociale e politica internazionale. Un’opera di questa serie (Wrangler Feedyard, Tulia, Texas) è stata infatti pubblicata come copertina della rivista d’arte Art Forum nel 2015, divenendo presto simbolo di una protesta volta a cancellare la censura sulla circolazione di informazioni sull’industria agroalimentare in America.

Mishka Henner “Countryside, The Future”

dal 20 febbraio al 14 agosto 2020

Solomon R. Guggenheim Museum, New York

website: https://www.guggenheim.org/

Ulteriori informazioni: info@galleriabianconi.com