Segno 286 – Mag/Giu 2022

La copertina di Segno 286 è dedicata all’opera La continuità del segno (2019) di Paolo Masi, lavoro pittorico che intitola l’intera personale visibile presso la Kromya Art Gallery di Verona. Recentemente Masi è stato protagonista di una grande antologica nelle sale di Palazzo del Monferrato ad Alessandria, il cui esito è stata la monografia Paolo Masi, La continuità del segno pubblicata a febbraio 2022 (Vanilla edizioni) e a cui abbiamo deciso di dar spazio grazie al testo di Matteo Galbiati.

“Quando il bambino era bambino” | Intervista a Davide Dormino  

Davide Dormino si misura con i rinnovati ambienti della Fondazione VOLUME! di Roma dando vita a un’opera installativa affascinante ed inaspettata.

Venezia 2022 – eventi collaterali

Sabato 23 aprile aprirà ufficialmente le sue porte a Venezia la 59a Esposizione Internazionale d’arte meglio conosciuta come la Biennale di Venezia. Ad accompagnare la mostra ai Giardini e all’Arsenale saranno decine di eventi collaterali, alcuni dei quali inaugureranno nei giorni della vernice per la stampa (20-23 aprile).

“Fiume Affatato” | Intervista a Gioacchino Pontrelli  

Un pittorico omaggio a Roma è visibile fino al 29 maggio grazie alle tele di Gioacchino Pontrelli presenti presso Spazio Field.

Simone Pellegrini: “Turning Point”

Fino al 07 maggio presso la Cavin-Morris Gallery di NY è visibile la prima personale di Simone Pellegrini in terra statunitense.

Segno 285

La copertina di Segno 285 è dedicata all’opera Die Brü ste der Dreieinigkeit (2019) di Rebecca Horn visibile presso lo Studio Trisorio a Napoli dove è allestita, fino al 30 luglio 2022, la mostra “Lo stato dell’anima”

Premio Segno d’oro

Venerdì 1 aprile, a Milano nello stand della galleria Mazzoleni al Miart, verrà consegnato a Marinella Senatore il Segno d’oro. L’artista campana sarà la terza artista a ricevere il premio ideato nel 2007 dall’Associazione Culturale Segno.

“Fabrizio Sannicandro. ARCANI” | Recensione del catalogo

Un catalogo su un artista abruzzese il cui lavoro è sconosciuto ma visibile, fino al 02 aprile 2022, presso la Fondazione Crocetti nella mostra “Fabrizio Sannicandro. ARCANI” a cura di Antonello Tolve.

Ultimi articoli